Avellino, pista ciclabile da incubo: ma il progettista è mai andato in bicicletta?

Spopolano sui social le foto e i video della nuova pista ciclabile realizzata ad Avellino, al viale Italia.

Il web è qualcosa di terribile: non solo mette in evidenza determinate situazioni ma raccoglie pure i commenti delle persone che possono offrire il proprio punto di vista.

La sintesi delle tantissime critiche mosse dagli utenti per la nuova pista ciclabile, è questa: ma il progettista è mai andato in bicicletta?

In effetti, per realizzare qualcosa che riguarda i ciclisti (e anche i pedoni: vi spiegheremo perchè) occorrerebbe avere un minimo di cognizione in materia.

Non è necessario essere laureati in “ciclistica” ma un minimo di buonsenso e di riflessione non guasterebbero.

Ed allora osservate le foto.

Partiamo dal bando di gara

La ditta appaltatrice s’è aggiudicata i lavori per un importo di oltre 182mila euro per la messa in sicurezza di Viale Italia e la realizzazione di una pista ciclabile.

La ditta, in effetti, esegue ciò che i progettisti decidono, fornendo gli elaborati attraverso cui le maestranze svolgono i lavori.

Ed ora osservate questa foto: ma vi sembra davvero una pista ciclabile?

Solo perchè c’è l’asfalto di un colore diverso dal marciapiede massacrato?

Ma dove s’è vista mai una pista ciclabile sul marciapiede?

E i pedoni come potranno sentirsi al sicuro, costretti a una convivenza forzata coi ciclisti?

Qualcuno dice: in Paesi del nord Europa le piste ciclabili sono sui marciapiedi.

Esatto: nei Paesi del Nord Europa. C’è un abisso nella cultura della bicicletta tra l’Italia e l’Olanda o il Belgio laddove i ciclisti vengono rispettati più delle mucche sacre in India.

Le piste ciclabili devono essere realizzate in materiale diverso dall’asfalto utilizzato comunemente per le strade dove circolano i veicoli a quattro ruote.

I tubolari delle biciclette non sono come le gomme delle auto, per materiale, spessore e battistrada.

Ecco un esempio del tipo di pavimentazione prevalentemente utilizzato per le piste ciclabili.

Ad Avellino hanno realizzato una pista stretta, vicinissima al muretto su cui spesso si accomodano le persone, specialmente nel periodo estivo, in particolare bambini oppure mamme con le carrozzine.

Non era meglio realizzare la lunga lingua di asfalto dall’altro lato, vicino al muro perimetrale dela caserma?

Per la realizzazione di questo orrore, hanno sacrificato un marciapiede di pregevole fattura, costato chissà quanto, rovinando le pietre che lo componevano.

E poi, quei tombini al centro della pista ciclabile è qualcosa che non si può vedere….

Immaginate le cadute nell’urtare con il tubolare contro l’inevitabile scalino, oppure i tentativi in extremis di evitare l’ostacolo da parte dei ciclisti!

Non solo: in alcuni tratti la pista ciclabile si snoda a pochi centrimetri dagli alberi di alto fusto, le cui radici sicuramente rovineranno quella striscia di asfalto riservata ai ciclisti.

Fin qui le osservazioni.

Adesso qualche domanda: cari progettisti, direttori dei lavori, sindaco, assessore ai lavori pubblici, scienziati, ciclisti che vanno sulla bicicletta con le rotelle, potete fornire una spiegazione?

Soprattutto, vi siete resi conto cosa è stato realizzato?

Avete pensato alle persone che sbucano da dietro al muretto e finiscono sotto la bici? E quante persone rischiano di finire in ospedale?

Peraltro il Moscati non è più a Viale Italia, lì vicino, lo sapete? I poveri cristi, vittime di inevitabili cadute, dovranno arrivare fino a Contrada Amoretta per trovare pronto soccorso.

E poi ci si lamenta che il Giro d’Italia non arriva in determinate località?

Se vengono a fare un sopralluogo ad Avellino, osservando una nefandezza del genere, scappano via. Altro che cultura del green, dell’elettrico e della bici.

Evitate di aprire quella pista ciclabile, mettete davvero in sicurezza Viale Italia, anzichè scriverlo sul tabellone dei lavori.

Sulla carta, magari, è venuto fuori un del disegno. Nella realtà è qualcosa di inqualificabile.

Altro che riqualificazione

Che bella idea

(aggiornamento)

Pare che i progettisti, direttori dei lavori, sindaco, assessore ai lavori pubblici, scienziati, ciclisti, dopo le critiche ricevute per la pista ciclabile da realizzare a Viale Italia, siano ora al lavoro per apportare modifiche in corso d’opera.

Si saranno certamente resi conto della situazione e pare siano impegnati nel realizzare un nuovo progetto che Irpiniaoggi è riuscito a ottenere in esclusiva.

Ecco cosa cambierà nel progetto.

Vi proponiamo la foto in esclusiva: niente più bici ma un autodromo. Bella idea, no?

Ultimi Articoli

Top News

Green Pass, Toti “Giusto manifestare, no bloccare chi vuole lavorare”

18 Ottobre 2021 0
GENOVA (ITALPRESS) – “Ho parlato con il Ministro dell’Interno, con il prefetto e il questore di Genova oggi. Il punto è che le proteste sono assolutamente legittime, ma la maggioranza del Paese si è espressa chiaramente a favore di un’Italia che riparte. E non sarebbe tollerabile allora che i porti diventassero la frontiera ostaggio di […]

[…]

Top News

Badosa e Norrie conquistano l’edizione 2021 di Indian Wells

18 Ottobre 2021 0
INDIAN WELLS (USA) (ITALPRESS) – Paula Badosa è la prima spagnola a mettere la firma sul “BNP Paribas Open”, settimo Wta 1000stagionale (combined con un Atp Masters 1000 maschile) dotato diun montepremi di 8.761.725 dollari che si è disputato sulcemento californiano dell’Indian Wells Tennis Garden. In una delle partite di singolare femminile più intense e […]

[…]

Top News

Quarto acuto di fila della Juve, battuta 1-0 la Roma

17 Ottobre 2021 0
TORINO (ITALPRESS) – La Juventus ha battuto la Roma per 1-0 all’Allianz Stadium. Per i bianconeri si è trattato della decima vittoria in undici apparizioni contro i capitolini da quando si gioca allo Stadium e quello di oggi è stato anche il quinto successo di fila per la Juventus tra campionato (4) e Champions League […]

[…]

Top News

Napoli a punteggio pieno, Osimhen piega il Torino

17 Ottobre 2021 0
NAPOLI (ITALPRESS) – Vittoria sudata per il Napoli, che supera nel finale un ottimo Torino grazie al gol del “solito” Osimhen, cancellando il terzo rigore sbagliato in stagione da Insigne e rimanendo a punteggio pieno dopo otto gare. La prima occasione del match arriva al 10′ ed è per Osimhen, che riceve palla da Di […]

[…]

Top News

Inaugurato Vinitaly Special Edition, settore guarda al post-pandemia

17 Ottobre 2021 0
VERONA (ITALPRESS) – Un’annata speciale quella del 2021 per il vino e un Vinitaly altrettanto speciale, in attesa della 54ma edizione di aprile 2022, già sold-out. Ma guai a pensare che si tratti di una manifestazione sottotono o minore, come dimostra la presenza all’inaugurazione del ministro delle Politiche agricole, Stefano Patuanelli, e del presidente della […]

[…]

Top News

Dell’Aquila “Piedi per terra, ora penso al Mondiale”

17 Ottobre 2021 0
PALERMO (ITALPRESS) – “Quando ho capito che potevo vincere l’oro? L’ho realizzato subito, anche se la mia faccia incredula alla fine dell’incontro non lo dimostrava”. Vito Dell’Aquila è entrato nella storia del taekwondo italiano conquistando il primo oro azzurro in questa disciplina alle Olimpiadi di Tokyo2020. Un successo straordinario:”Lo sognavo da tanto tempo e ci […]

[…]