Avellino, paura in Autogrill: neonato rimane chiuso in auto, intervento dei VdF

Intervento provvidenziale quello effettuato intorno alle ore 20″00 di oggi 25 giugno da una squadra dei Vigili del Fuoco di Avellino sull’autostrada Napoli – Canosa, all’interno della stazione di servizio Irpinia, tra i caselli di Avellino Est ed Avellino Ovest, in direzione Napoli, per il soccorso di un bambino di soli sei mesi rimasto chiuso in auto.

Infatti la sua mamma, in viaggio da Ariano Irpino verso Napoli, ha effettuato una sosta nell’autogrill Irpino, ma per una fatalità non appena scesa dall’auto si sono chiuse le portiere con il neonato bloccato all’interno.

Il tempestivo intervento della squadra ha permesso di aprire le portiere e di far riabbracciare il suo piccolo dalla mamma, senza nessuna conseguenza, facendo riprendere il viaggio verso il capoluogo tranquillamente.

Ultimi Articoli

Attualità

Covid in Irpinia: 9 positivi

23 Ottobre 2021 0

L’Azienda Sanitaria Locale comunica su 419 tamponi effettuati sono risultate positive al COVID  9 persone: – 3, residenti nel comune di Avellino; – 2, residenti nel comune di Cervinara; – 1, residente nel comune di […]

Cronaca

Lioni: non rispetta il divieto di avvinamento, arrestato

23 Ottobre 2021 0

Si sono aperte le porte del carcere per un uomo arrestato dai Carabinieri della Stazione di Lioni, in esecuzione di un’ordinanza emessa dal GIP del Tribunale di Avellino. Il provvedimento scaturisce dall’inosservanza alle prescrizioni impostegli […]

Top News

Covid, 3908 nuovi casi e 39 decessi nelle ultime 24 ore

23 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Sono 3.908 i nuovi casi di Coronavirus in Italia (ieri 3.882) a fronte di 491.574 tamponi effettuati. E’ quanto si legge nel bollettino del Ministero della Salute. Nelle ultime 24 ore sono stati 39 i decessi (anche ieri 39), che portano il totale di vittime da inizio pandemia a 131.802. Con quelli […]

[…]

Top News

Regeni, Fico “Egitto di indirizzi agenti indagati a magistrati”

23 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “L’Egitto finora non ha collaborato per appurare la verità sul sequestro, le torture e l’uccisione di Giulio Regeni, questa è una grave ferita nei rapporti fra i nostri Paesi. E’ per questo che la Camera italiana ha interrotto i rapporti parlamentari con il Parlamento egiziano. Noi ci aspettiamo – come Paese – […]

[…]