Avellino, caos nella notte e nessun controllo, città ostaggio della movida

Urla, canti e schiamazzi fino alle prime luci dell’alba, una notte da incubo per tantissimi cittadini del capoluogo che inutilmente hanno tentato di porre fine a quella situazione chiamando le forze dell’ordine.

Centralini di Questura e Carabinieri hanno ricevuto decine di chiamate.

Ci sono stati pure interventi delle forze dell’ordine ma senza elevare contravvenzioni agli autori di schiamazzi notturni, a chi sostava in doppia fila, a chi teneva la misuca alta proveniente spesso da quelle macchinine dotate di altoparlanti più grandi della carrozzeria delle mini-vetture utilizzate spesso da minorenni.

Una città in mano a soggetti scostumati e privi di senso civico nei cui confronti è opportuno intervenire in modo deciso.

Recentemente ci sono stati episodi di sangue, con feriti e denunce.

Tutto dimenticato troppo presto, così come qualche caso ben più grave registrato negli anni passati.

I principali episodi sono avvenuti nella zona di Viale Italia e via De Concilj ma al centro storico di Avellino e in altre zone ci sono stati egualmente disagi per la popolazione residente.

Controlli alle persone e anche per le attività della zona sono indispensabili, prima che qualche residente perda la pazienza.

C’era voglia di uscire dalle restrizioni anti Covid-19, vero, ma ora si esagera.

Le forze dell’ordine appaiono impossibilitate a fronteggiare tale situazione che vede una città allo sbando, in mano a individui che – quando sono in gruppo – appaiono capaci di commettere azioni delinquenziali sentendosi eroi agli occhi di amici e conoscenti.

Gli stessi individui talvolta minorenni che, spesso, una volta individuati e identificati, non rescono a fare altro che chiedere aiuto e socorso a mammina e papino per farsi tirare fuori dai problemi nei confronti di Polizia e Carabinieri.

L’argomento dovrà essere attentamente vagliato dal Prefetto di Avellino, prima che avvenga qualche episodi assai più grave rispetto a quelli finora registrati. E’ tempo di intervenire.

Eppure, risulta che in molti paesi della provincia, l’attività di controllo da parte dei Carabinieri abbia dato ottimi risultati: c’è stata un’opera di prevenzione e, quando necessario, sono state comminate sanzioni nei confronti di soggetti che non rispettavano le ordinanze anti-Codiv e le elementari norme di civile convivenza.

Nel capoluogo non dovrebbe essere difficile svolgere lo stesso tipo di attività.

Ultimi Articoli

Senza categoria

Catania Avellino 2-2. Lupi belli a metà

20 Ottobre 2021 0

Settimo pareggio in stagione per la squadra di Piero Braglia che pareggia al Massimino di Catania 2-2. E dopo 20 anni porta punti a casa da questa trasferta (l’ultimo pareggio nel 2001, l’ultima vittoria risale addirittura al […]

Top News

Atalanta rimontata all’Old Trafford, CR7 condanna la Dea

20 Ottobre 2021 0
MANCHESTER (INGHILTERRA) (ITALPRESS) – Non basta all’Atalanta un doppio vantaggio iniziale per avere la meglio sul Manchester United. All’Old Trafford sono Ronaldo e compagni a passare in rimonta per 3-2 al termine di una sfida emozionante. I bergamaschi partono bene e passano al 15′. Ilicic serve Zappacosta sulla destra che mette in mezzo un rasoterra […]

[…]

Top News

La Juve vince anche in Russia, Kulusevski stende lo Zenit

20 Ottobre 2021 0
SAN PIETROBURGO (RUSSIA) (ITALPRESS) – Tre ottimi punti quelli ottenuti dalla Juventus a San Pietroburgo grazie all’1-0 nella terza giornata del Gruppo H di Champions League. Quella contro lo Zenit si è confermata ancora una volta una sfida difficile e avara di gol così com’era già successo nel doppio confronto della stagione 2008-2009 quando i […]

[…]

Top News

Vaccino, Speranza “Valuteremo terza dose su evidenzia scientifica”

20 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “La terza dose è stata autorizzata per gli immunocompromessi, in questo caso non si tratta di un richiamo ma di un completamento di vaccinazione primaria. Le altre categorie sono gli ultra 80enni, gli ospiti delle Rsa e i fragili di ogni età. L’evidenza scientifica ci porterà a valutare la terza dose anche […]

[…]

Ariano Irpino

Ariano Irpino, giovane precipita dal ponte della panoramica

20 Ottobre 2021 0

Un giovane di 31 anni è morto ad Ariano Irpino precipitando da un viadotto in via Maddalena. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della compagnia di Ariano Irpino. La salma, su disposizione dell’autorità giudiziaria, è stata portata […]