Avellino calcio, Mauriello e De Cesare non si dimettono: il punto sul futuro del club

Nessun ripensamento, nessun passo indietro: Claudio Mauriello e Gianandrea De Cesare non si sono dimessi, respingendo al mittente l’ultimatum inviato loro da Luigi Izzo e Nicola Circelli (dimissioni entro le ore 12 di sabato o salta la trattativa).

In realtà la trattativa non è ancora saltata, anche perché avendo in pugno la votazione unanime dell’assemblea straordinaria della Sidigas, che giovedì ha acconsentito alla vendita dell’U.S. Avellino, gli acquirenti potranno comunque procedere al nero su bianco: per lunedì sera, intorno alle 19, è stato fissato l’appuntamento nello studio del notaio Sergio Mililotti, a Napoli. Si potrà comunque procedere al rogito notarile e, da impegni assunti con il curatore giudiziario Baldassarre, versare la prima rata del milione e 300mila euro, pari a circa 750mila euro.

Senza dimissioni, però, il processo d’acquisto e la formazione della nuova compagine societaria verrebbero rallentati e il rischio, che Izzo e Circelli non vogliono assolutamente correre, è di arrivare a pochi giorni dal termine ultimo del 16 dicembre, giorno in cui andranno pagati gli stipendi di settembre e ottobre e versati i contributi ai tesserati, per evitare una penalizzazione fino a 4 punti in classifica.

Il 2 dicembre, quindi, è cerchiato in rosso sul calendario dei tifosi dell’Avellino, mentre la Sidigas sarà attesa il giorno dopo, martedì 3 dicembre, presso il Tribunale di Avellino per presentare il piano di ristrutturazione dei debiti e scongiurare il fallimento dell’azienda.

Ultimi Articoli

Top News

Bce, tassi invariati e acquisti Pepp almeno fino a marzo 2022

28 Ottobre 2021 0
FRANCOFORTE (GERMANIA) (ITALPRESS) – Il Consiglio direttivo della Bce continua a ritenere che possano essere mantenute condizioni di finanziamento favorevoli con un ritmo degli acquisti netti di attività nel quadro del Pepp, moderatamente inferiore rispetto al secondo e al terzo trimestre dell’anno. Il Consiglio ha inoltre confermato le altre misure, ovvero il livello dei tassi […]

[…]

Top News

Cannabis, depositate in Cassazione 630 mila firme per il referendum

28 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Il comitato promotore per il referendum sulla cannabis ha presentato in Cassazione circa 630 mila firme.“Consentiranno agli italiani di potersi esprimere sulla legalizzazione della Cannabis, perchè è giusto, perchè significa abbattere la cultura ipocrita ed inefficace del proibizionismo, che in questi anni ha provocato solo danni, ha ingrassato la criminalità organizzata, ha […]

[…]

TG News

Tg News – 28/10/2021

28 Ottobre 2021 0

In questa edizione: – Covid-19, casi e ricoveri in aumento, calano le prime dosi di vaccino – Il Senato affossa il DDL Zan – Green pass: rubate le chiavi per generare il qr code – […]

Top News

Industria, a settembre prezzi alla produzione in aumento

28 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Prosegue, a settembre, la forte crescita dei prezzi alla produzione dell’industria, diffusa a quasi tutti i settori e più intensa sul mercato interno. Su base annua, secndo i dati dell’Istat, i prezzi continuano ad accelerare (+13,3%, da +11,6% di agosto), spinti soprattutto dai persistenti incrementi di energia e beni intermedi. Sul mercato […]

[…]

Top News

Pensioni, nel 2020 oltre 16 milioni di beneficiari

28 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Le prestazioni del sistema pensionistico italiano vigenti alla fine del 2020 sono 22.717.120, per un ammontare complessivo annuo di 307.690 milioni. I beneficiari di prestazioni pensionistiche sono 16.041.202 (+3,8% rispetto al 2019); ognuno di loro percepisce in media 1,4 pensioni, anche di diverso tipo, secondo quanto previsto dalla normativa vigente. E’ quanto […]

[…]

Top News

Lavoro, in attesa di rinnovo contratto 6,5 milioni dipendenti

28 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – In attesa della chiusura del primo accordo di rinnovo per il pubblico impiego (stagione contrattuale 2019-2021), nel terzo trimestre prosegue l’attività contrattuale nel settore privato, che registra alla fine di settembre un contratto in vigore per l’85% dei dipendenti del settore industriale e per il 40% di quelli dei servizi. I contratti […]

[…]