Avellino calcio, Circelli atteso dal notaio. E potrebbe tornare Iovino

Nicola Circelli è atteso domani mattina a Napoli, nello studio del notaio Sergio Mililotti, per il rogito notarile che gli consentirà di acquistare la totalità delle quote dell’U.S. Avellino.

L’imprenditore di San Bartolomeo in Galdo, dopo tre giorni di valutazioni, ha sciolto le riserve decidendo di accollarsi in prima persona l’onere e l’onore di rappresentare la società biancoverde (salvo poi cedere la metà delle quote ad altri soci), pronta a essere ceduta previo pagamento di 1 milione e 375mila euro in tre rate (la prima di 750mila euro al nero su bianco), dalla Sidigas. Martedì, Gianandrea De Cesare e Claudio Mauriello si sono dimessi dal CdA segnando la svolta societaria.

Restano da limare due grossi dettagli. Il primo è rappresentato dal diritto di recompra che Gianandrea De Cesare ha inserito nella trattativa. Possibilità che non convince particolarmente Circelli, che pretende chiarezza sulla cifra che, eventualmente, l’ingegnere sborserebbe per riprendersi l’Avellino appena saranno mature le condizioni per farlo.

Il secondo dettaglio è relativo alla nuova composizione societaria. Dopo l’uscita di scena di Luigi Izzo, Circelli è rimasto solo, ma evidentemente non vorrebbe affrontare l’esborso economico in solitaria (oltre all’acquisto del club, vanno pagati stipendi e versati contributi ai tesserati e va raggiunto l’accordo con il Comune di Avellino per i canoni di locazione del Partenio-Lombardi).

Ecco perché l’imprenditore ha bussato nuovamente alla porta di Izzo, restio a compiere un passo indietro dopo l’addio dato a mezzo stampa, e a quelle di due imprenditori, di cui uno irpino, ancora top secret. Si fa, poi, il nome di Bruno Iovino, che potrebbe ricoprire un ruolo nell’organigramma dirigenziale, assieme a Filippo Polcino (ex Campobasso sotto la gestione Circelli), a cui è stata promessa la poltrona di direttore generale, dopo il dietrofront di Aniello Martone.

Le ultime indiscrezioni porterebbero alla riconferma di Salvatore Di Somma nel ruolo di direttore sportivo, anche se il dirigente ha già dichiarato di farsi da parte in caso di addio della Sidigas. Nessun problema per Ezio Capuano, confermato in qualità di allenatore.

Ultimi Articoli