Abusivismo edilizio, otto denunciati in due comuni irpini

I Carabinieri della Stazione di Monteforte Irpino hanno denunciato tre persone di Avella, ritenute responsabili di “Falsità in atti” e “Abusivismo edilizio”.

L’attività eseguita presso una società agricola di Avella, unitamente a personale del locale Ufficio Tecnico Comunale e dell’ASL di Avellino, permetteva di accertare che un locale, destinato ad uso deposito/garage, veniva utilizzato abusivamente come laboratorio per la preparazione di alimenti.

Da ulteriori accertamenti documentali si appurava che i due comproprietari ed il rappresentante legale della società, ognuno per le proprie competenze, avevano effettuato false attestazioni al fine di ottenere le autorizzazioni per svolgere l’attività.

Alla luce delle evidenze emerse, oltre alla sospensione di ogni tipo di lavorazione all’interno dei locali abusivi, a carico dei tre è scattato il deferimento in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino.

Alla medesima Autorità Giudiziaria, i Carabinieri della Stazione di Summonte hanno denunciato 5 persone di Mercogliano ritenute responsabili della “Realizzazione di opere in assenza di autorizzazioni”.

L’accesso ispettivo congiuntamente a personale dell’Ufficio Tecnico Comunale, permetteva di constatare delle difformità al permesso di costruire.

Le opere abusive interessavano un fabbricato di Mercogliano utilizzato come civile abitazione e consistevano nella realizzazione di un garage e deposito, oltre ad un ampliamento totale del medesimo fabbricato, comportando un aumento di superfice e volumetria urbanistica in un’area destinata dal Piano Regolatore Generale a strada di progetto e fascia di rispetto stradale.

Si accertava, inoltre, la realizzazione, completamente abusiva, di strutture edili quali: una piscina interrata, un capannone in struttura metallica, una recinzione esterna in cemento armato, un vano legnaia, un’altra struttura con pilastri in legno e di una pavimentazione esterna in cemento misto, quest’ultime realizzate in completa assenza di titolo autorizzativo.

Le verifiche permettevano altresì di accertare che l’area interessata dalle opere abusive rientra nella fascia di rispetto ovvero a distanza inferiore a centocinquanta metri da un torrente.

Per le opere abusive è stata emessa l’ordinanza di demolizione e ripristino dello stato dei luoghi.

Ultimi Articoli

Top News

Giorgetti “Incontro positivo con sindacati, è momento responsabilità”

15 Aprile 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Incontro positivo all’insegna della responsabilità, tanto più che stiamo vivendo un momento particolarmente delicato e complesso per la salute, il lavoro, il futuro”. Così il ministro dello sviluppo economico Giancarlo Giorgetti a margine del tavolo con i sindacati CGIL, CISL, UIL e UGL che ha convocato per presentare la squadra al Mise, […]

[…]

Top News

Migranti, Fico “Ue faccia salto qualità e parli con voce sola”

15 Aprile 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Il fenomeno dell’immigrazione ha attraversato tutta la storia dell’umanità. E’ un tema che per la sua estensione e la sua complessità deve essere discusso e gestito fuori dagli schemi delle polarizzazioni e senza ricorrere a semplificazioni propagandistiche. Ne ho parlato oggi in un interessante colloquio alla Camera con l’Alto Commissario delle Nazioni […]

[…]

Top News

Def, il Cdm dà il via libera allo scostamento

15 Aprile 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Al termine della riunione durata circa un’ora, il Consiglio dei ministri ha approvato il Def e la relazione sullo scostamento di bilancio, con la quale si richiede l’autorizzazione al Parlamento al ricorso a un maggiore indebitamento per 40 miliardi, risorse che saranno utilizzate per un nuovo provvedimento di sostegno alle imprese e […]

[…]

Top News

PA, Margiotta “Bene accordo sui comparti, ora subito i contratti”

15 Aprile 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Si è svolta in modalità telematica la riunione tra Aran, con la presenza del presidente Antonio Naddeo, e le confederazioni sindacali rappresentative relativa alla definizione del Ccnq sui comparti e sulle aree di contrattazione.Per la Confsal hanno partecipato il vice segretario generale e vicario, Massimo Battaglia, unitamente a Vincenzo Margiotta, vice segretario […]

[…]