Unione circoli Pd, nuovo appuntamento a Scampitella

POLITICA IRPINIA – “Tutto pronto per il secondo appuntamento che vede a confronto i circoli del Partito Democratico dell’Alta Irpinia, Baronia e Valle Ufita-Arianese. L’incontro si terrà domenica 24 luglio a Scampitella alle ore 17.30 presso la sede del Pd. C’è da mettere a punto soltanto un meccanismo migliore per le convocazioni ma per il resto tutto procede nel migliore dei modi”.
A dichiararlo è Pasquale Gallicchio coordinatore del Circolo del Partito democratico di Bisaccia che ha lanciato il nuovo progetto che, partendo dal suo partito, coinvolgerà le altre forze politiche e le comunità chiamate ad una nuova pagina di partecipazione democratica. La volontà è di integrare l’azione politica tra i diversi territori, sviluppando confronti che portino a proposte. Come promesso gli incontri saranno itineranti e dopo Scampitella già si pensa a due altre zone, come l’arianese oppure un circolo della Valle dell’Ufita.
“In questi giorni – afferma Gallicchio – sono state molte le telefonate di apprezzamento. C’è stato anche chi si è sentito escluso perché non convocato in maniera ufficiale. Ho chiesto loro di non farne un dramma anche perché la fase organizzativa è via di perfezionamento. Di fronte a ciò non mi resta che ribadire l’invito a partecipare in particolare a tutti i coordinatori e gli iscritti delle zone che hanno iniziato questo percorso. Venite a Scampitella, oltre che l’occasione per un incontro, faremo in modo che diventi motore di idee per il territorio. Chi ha qualcosa da proporre partecipi. E’ un nuovo modo di far crescere un partito e con esso anche nuove forme di partecipazione politica”.
A Scampitella oltre a continuare la discussione e il confronto, inizierà a prendere forma il documento politico che Pasquale Gallicchio sta mettendo a punto. Raccoglierà tutte le indicazioni dei diversi incontri ad iniziare da quelle del primo tenuto a Bisaccia.
“Vorrei sottolineare un fatto importante – dichiara il coordinatore di Bisaccia – stiamo cercando di fare sintesi per un territorio sapendo bene che il percorso è difficile. Mi consola il fatto che durante il dibattito a Bisaccia sia emersa la necessità di ridare a questo territorio una nuova politica e una nuova rappresentanza. Discutiamo di questioni e lo facciamo in una sede di partito pronti poi ad ascoltare i cittadini. Un modo per riavvicinarli alla politica, ai partiti, perché se questi ultimi non hanno più la forza di dire o fare qualcosa ma parlano di se stessi, i cittadini ci chiedono perché dovrebbero seguirne le indicazioni. Capito questo pericolo non resta che invertire la rotta. Noi ci stiamo provando”.
Di fronte alle emergenze irpine le attese sono tante. L’ospedale di Bisaccia verso lo smantellamento, la questione rifiuti sempre più spostata verso la nostra provincia ed in particolare proprio verso le zone protagoniste di questi incontri. L’Irisbus, lo spopolamento dei paesi e tanto altro. Insomma, la politica gioca più di rimessa che di attacco anche se Gallicchio appare invita ad affrontare le questioni e non rimandarle.
“Le mezze soluzioni non servono più anzi danneggiano. Il lavoro appena iniziato è utile a gettare le basi – dice Gallicchio – e ci porterà molto lontano, soprattutto verso una alternativa, verso un serio cambiamento. Ci conforta il fatto che cittadini lontani dalla politica ci stiano incoraggiando ad andare avanti. Stiamo reagendo a questo stato di cose con la ragione e non con l’emotività”.

Ultimi Articoli

Attualità

Un ulivo per Chiara, vittima del Covid a 17 anni

3 Dicembre 2021 0

A distanza di un anno dalla scomparsa di Chiara Vittoria, la più giovane vittima del Covid-19 in Irpinia, i genitori della 17enne di Avella ricorderanno la cara figlia piantando un ulivo nell’aiuola di fronte al […]