Sub-commissario Provincia: De Angelis-Rossi: “Nomina giustificata”

“E’ surreale ipotizzare una presunta diseconomicita’ della ulteriore nomina prefettizia del sub commissario sia tramite interrogazione parlamentare che comunicato. Immotivate, infatti, sono le perplessità avanzate sia sul piano economico che dal punto di vista istituzionale”. E’ quanto affermano gli ex consiglieri provinciali Carmine De Angelis e Francescantonio Rossi, in merito all’ultima polemica sollevata dal senatore Cosimo Sibilia e dal deputato Giuseppe De Mita.
“Probabilmente – proseguono – i due illustri parlamentari non sanno che nelle Province commissariate per effetto della legge di stabilità (così come Avellino) si è già da tempo provveduto alla nomina di due subcommissari (nella fattispecie e per analogia le province di Rieti e Frosinone) e che, inoltre, i precedenti commissariali in Provincia di Avellino smentiscono le tesi dei parlamentari (furono nominati 4 sub commissari durante la gestione Blasco). L’atto di nomina del Prefetto, al contrario, appare corretto e giustificato in quanto con esso si concreta la necessità di monitorare due importanti e delicati settori che saranno più di tutti oggetto di trasformazione. Alla luce dei recenti o probabili interventi normativi in materia di riassetto degli enti locali, in una situazione di profonda incertezza per le sorti del personale delle Province non può che essere salutata positivamente la scelta del Prefetto di nominare un ulteriore sub commissario con deleghe al patrimonio, al bilancio e al personale. Con tale nomina si ripristina il potere sostitutivo statuale e si limita l’eventuale azione ideologicamente orientata del commissario provinciale. Al sub commissario porgiamo il nostro augurio affinché razionalizzi la spesa, riduca gli incarichi esterni e valorizzi le risorse professionali interne tramite una verifica imparziale ed oggettiva. Solo così le eventuali non economicità potranno essere ridotte e solo in tal senso potrà essere ripristinato il principio di imparzialità e terzieta’ di un Ente commissariato. E’ importante ricordare ai parlamentari intervenuti con interrogazioni o perplessità che la vera assurdità e’ la proroga del commissariamento, recentemente adottata tramite decreto legge, perché in contrasto con la sentenza della Corte costituzionale e palesemente irrispettosa della rappresentanza democratica”, concludono.

Ultimi Articoli

Calcio Avellino

Avellino Bari : i lupi evitano nel finale la sconfitta

6 Dicembre 2021 0

Finisce in parità il monday night della diciassettesima giornata di serie C tra Avellino e Bari 1-1. In vantaggio la capolista con Antenucci al 33′ su rigore , pareggio al 83′ di Kanoutè per i lupi. IL TABELLINOMarcatori: rig. Antenucci 33′, Kanouté […]

Attualità

Covid in Irpinia: 14 casi

6 Dicembre 2021 0

L’Azienda Sanitaria Locale comunica che, su 168 tamponi effettuati, sono risultate positive al Covid 14 persone: – 1, residente nel comune di Ariano Irpino; – 1, residente nel comune di Atripalda; – 1, residente nel […]

Baiano

In possesso di cocaina e hashish, denunciato 30enne

6 Dicembre 2021 0

Continua incessante l’opera di prevenzione e repressione in ordine al contrasto di attività illecite legate al fenomeno dell’uso e spaccio di sostanze stupefacenti. In tale contesto, un’altra attività è stata condotta dai Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile […]

Politica

Il sindaco e la sindrome De Luca

6 Dicembre 2021 0

Bisogna ammettere che il sindaco di Avellino ha ragione quando denuncia un eccesso di critica sull’operato della sua amministrazione. Dovrebbe essere evidente che i problemi della città sono tali e tanti che nessuno può ancora […]