Riordino SII, Nappi e Ruggiero presentano due emendamenti

I Consiglieri regionali di Forza Italia, Sergio Nappi e Antonia Ruggiero, hanno depositato stamani due emendamenti al disegno di legge sul Riordino del servizio idrico integrato predisposto dalla Giunta regionale e ora all’esame della Commissione ambiente. “I dispositivi presentati – spiega Nappi – sono finalizzati ad evitare che i comuni irpini possano essere estromessi dalla gestione dei servizi di captazione delle risorse idriche che alimentano i grandi sistemi di adduzione della Regione Cam…

I Consiglieri regionali di Forza Italia, Sergio Nappi e Antonia Ruggiero, hanno depositato stamani due emendamenti al disegno di legge sul Riordino del servizio idrico integrato predisposto dalla Giunta regionale e ora all’esame della Commissione ambiente. “I dispositivi presentati – spiega Nappi – sono finalizzati ad evitare che i comuni irpini possano essere estromessi dalla gestione dei servizi di captazione delle risorse idriche che alimentano i grandi sistemi di adduzione della Regione Campania. Nel caso specifico – prosegue il Consigliere regionale – si tratta delle sorgenti di Cassano Irpino e Caposele che, data la loro portata, saranno certamente dichiarate di rilevanza strategica regionale e dunque sottratte alla gestione degli àmbiti di appartenenza e sottoposte all’ “ente di governo” che il disegno di legge individua nella Regione.”
“La riformulazione dell’articolo 3 del disegno di legge – rimarca Nappi – , prevede, che nella gestione dei servizi di adduzione la Regione adotti i provvedimenti previa acquisizione del parere delle amministrazioni comunali sui cui territori sono presenti le sorgenti di rilevanza strategica regionale. Il secondo emendamento, invece, è finalizzato a coinvolgere le amministrazioni territoriali anche nella individuazione delle sorgenti idriche regionali che alimentano i grandi sistemi di adduzione della Regione Campania e che, secondo il disegno di legge, saranno dichiarate di rilevanza strategica. La riformulazione del comma 3 dell’articolo 4, prevede, infatti, che la struttura amministrativa regionale acquisisca il parere delle amministrazioni provinciali e delle amministrazioni comunali dove sono presenti le sorgenti di notevole entità.”
“Se fossero approvati – osserva il vicepresidente del gruppo Forza Campania – questi due emendamenti consentirebbero all’Irpinia di continuare ad avere un ruolo di primo piano nella gestione dei servizi di adduzione e captazione delle nostre sorgenti più importanti, evitando così che si possa consumare quello che si profilava come l’ennesimo scippo ai danni dell’Irpinia.”
“Mi auguro – conclude Nappi – che anche su questi dispositivi i consiglieri regionali irpini assumano una posizione che va al di là delle appartenenze politiche e decidano a sostenerli nell’esclusivo interesse degli irpini e della provincia di Avellino.”

Ultimi Articoli

Calcio Avellino

Avellino concentrato con le ‘piccole’ per la rincorsa

8 Dicembre 2021 0

di Dino Manganiello Adesso è necessario capovolgere quanto fatto finora. Perché dopo aver sottolineato le buonissime prestazioni dell’Avellino contro le migliori dell’attuale classifica, c’è da ricordare, anche se è doloroso, che i biancoverdi hanno perso […]

Cultura ed Eventi

Esiste l’inquilino sicuro: ecco chi è

8 Dicembre 2021 0

Esiste l’inquilino sicuro? Ossia quell’inquilino che non crea problemi di morosità e che garantisce nella massima serenità la rendita di un immobile?Gianluca Russo, Ceo di Solo Affitti Avellino ci ha spiegato come funziona la politica del marchio Solo Affitti , […]

Attualità

A Summonte melodia antistress grazie a tiglio secolare

7 Dicembre 2021 0

Ha più di 240 anni ed è censito nello speciale elenco degli alberi monumentali d’Italia. Oltre a rappresentare da sempre uno straordinario valore estetico e paesaggistico. Ma ora diventa anche strumento “terapeutico”. Si tratta del […]