Rifondazione accusa: Pd e SeL insieme a Casapound

Dopo i manifesti anti-immigrati nelle Marche, dopo essersi schierati contro i manifesti con baci gay, il PD torna alla ribalta, questa volta riuscendo a superarsi definitivamente: partecipare attivamente ad una manifestazione dei fascisti di CasaPound e accettando supinamente la loro solidarietà in seguito all’attacco alla sede di San Martino Valle Caudina. E’ quanto si legge in una nota a firma Mario Guerriero e Tony della Pia di Rifondazione Comunista. “Ma ormai non c’è più nulla da stupirsi in questa Provincia, e soprattutto in Valle Caudina – aggiungono – basta pensare a qualche tempo fa quando alle elezioni amministrative dal loro sito annunciano, nello stupore generale, il loro appoggio alla candidatura a sindaco di Cervinara di tale Filuccio Tangredi, già consigliere provinciale del PD, motivando la scelta dicendo che è la persona più idonea, “un politico che ci ha ascoltato e dato attenzione”. Non bastavano i ladri, i corrotti, i trasformisti in politica, ci mancavano solo i fascisti a inquinare ancora di più le istituzioni democratiche nate dalla resistenza. Che vergogna farsi sostenere o legittimare CasaPound la più violenta, razzista e subdola organizzazione dell’inizio di questo secolo, che si rende protagonista quotidianamente di attacchi agli immigrati, agli studenti e agli omosessuali. Prendere parte alle loro iniziative significa legittimarli. Legittimare la loro storia, la loro cultura fatta di aggressività e soprusi, macchiata da gravi crimini storici che l’Italia non vuole e non deve mai dimenticare. Nel pieno del mutamento politiche, dove da destra a sinistra si tenta di abolire la partecipazione, l’idea di alternativa e di conflitto sociale, è un grave atto pensare di mandare in soffitta anche il valore storico dell’antifascismo . Stigmatizziamo e condanniamo con forza la presenza di Mauriello (SEL) e Pisaniello (PD) al convegno CasaPound. La loro presenza ci preoccupa e ci addolora perché con entrambi i partiti ci possono essere visioni politiche contingenti diverse ma mai avremmo pensato di assistere ad una scena tanto pietosa in cui si butta via l’antifascismo e un secolo di battaglie. Viene da domandarsi se questi sono semplicemente degli stolti o se invece ormai non distinguono più neanche la differenza tra fascisti e antifascisti. Noi la differenza la conosciamo fin troppo bene e sappiamo da che parte stare: con i lavoratori, gli immigrati, i giovani, gli omosessuali, gli uomini e le donne democratiche contro chi predica e attua razzismo, sfruttamento e violenza. Noi siamo realmente e costantemente con l’Italia migliore, con l’Italia che non si piega e non si arrende tutti i giorni e non solo nelle campagne pubblicitarie dei partiti”.

Ultimi Articoli

Attualità

Covid in Irpinia: 38 casi. 7 a Cervinara

29 Novembre 2021 0

L’Azienda Sanitaria Locale comunica su 797 tamponi effettuati sono risultate positive al COVID 38 persone: – 1, residente nel comune di Altavilla Irpina; – 1, residente nel comune di Ariano Irpino; – 3, residenti nel […]

Ariano Irpino

Ariano Irpino: furto dell’acqua, denunciato

29 Novembre 2021 0

I Carabinieri della Stazione di Ariano Irpino hanno denunciato un uomo della Città del Tricolle, ritenuto responsabile di furto aggravato. Lo stesso aveva trovato il modo per “risparmiare” sulla bolletta dell’acqua. Il sopralluogo eseguito con […]

Avellino

Auto in fiamme ad Avellino

29 Novembre 2021 0

Paura questo pomeriggio in via Circumvallazione ad Avellino dove un’auto ha preso improvvisamente fuoco. La conducente, alla vista del fumo, è subito uscita dall’abitacolo mettendosi in salvo. Immediato l’intervento dei Vigili del Fuoco che hanno […]

Calcio Avellino

Avellino, il Bari scappa: devi solo vincere

27 Novembre 2021 0

E dopo che il Bari capolista non è scivolato sulla buccia di banana, regolando il Latina al San Nicola e portandosi a +12 sui Lupi, per l’Avellino quello che era già imperativo diventa inevitabilmente categorico: […]