“Foti lasciato solo dalle forze dell’ordine? Non dica bugie”

“Il Sindaco di Avellino, Paolo Foti, non si smentisce mai. Anche stavolta ha perso un’altra buona occasione per tacere. Nel corso di un incontro con gli studenti del Liceo Classico “Pietro Colletta”, il Sindaco ha affermato di essere stato lasciato solo dalle forze dell’ordine nel contrasto alla legalità. Nelle vesti di riferimento delle opposizioni in Assise comunale, avverto il dovere di prendere le distanze dalle parole del primo cittadino, le forze dell’Ordine rappresentano da sempre un argi…

“Il Sindaco di Avellino, Paolo Foti, non si smentisce mai. Anche stavolta ha perso un’altra buona occasione per tacere. Nel corso di un incontro con gli studenti del Liceo Classico “Pietro Colletta”, il Sindaco ha affermato di essere stato lasciato solo dalle forze dell’ordine nel contrasto alla legalità. Nelle vesti di riferimento delle opposizioni in Assise comunale, avverto il dovere di prendere le distanze dalle parole del primo cittadino, le forze dell’Ordine rappresentano da sempre un argine alla delinquenza ed un presidio insostituibile di democrazia e legalità. E il sindaco bene avrebbe fatto, prima di salire su quel pulpito per vestire ancora una volta i panni della vittima, ad informarsi sulla base di fatti e numeri. Avrebbe scoperto che in città, come in provincia, la lotta alla delinquenza e alla criminalità ha condotto a straordinari risultati e tutte le statistiche confermano questo stato dell’arte. Ma c’è di più. Il sindaco ha evocato mondi nebuolsi dalla cui influenza avrebbe sottratto l’amministrazione. Parole semplicemente inaccettabili, un sindaco ha il dovere di fare nomi e cognomi, di indicare fatti, circostanze e comportamenti e di denunciarli a quelle medesime Forze dell’ordine che, poverino, lo avrebbero lasciato solo. Se il sindaco sa, dica e dica tutto. Altrimenti, taccia.
Ma in quel delirio è comunque possibile individuare uno straccio di verità. Foti ha affermato di non essere soddisfatto per quanto fatto in questi due anni, confessando, nella sostanza, il fallimento di cui egli è il primo responsabile. Siamo assolutamente d’accordo, quello che si è consumato in questi due anni è il più drammatico dei fallimenti. Ma se questo è, e se persino il sindaco se n’è reso conto, ci chiediamo cosa altro debba capitare perché questi signori facciano le valigie e lascino la città libera di rinascere”. Lo afferma in una nota, il Capogruppo de “La Svolta Inizia Da Te”, l’Avv. Costantino Preziosi.

Ultimi Articoli

Attualità

Un ulivo per Chiara, vittima del Covid a 17 anni

3 Dicembre 2021 0

A distanza di un anno dalla scomparsa di Chiara Vittoria, la più giovane vittima del Covid-19 in Irpinia, i genitori della 17enne di Avella ricorderanno la cara figlia piantando un ulivo nell’aiuola di fronte al […]