Petrolio, Comitato No Triv: tre domande ai politici regionali

Con la manifestazione del 3 gennaio promossa dal coordinamento No triv e dai movimenti contro lo sblocca italia e con le schermaglie tra fazioni fatte da reciproche accuse ed invettive, la politica dei partiti ha purtroppo invaso il campo, relegando la questione petrolio in Irpinia a materia da mera propaganda elettorale. Il petrolio rappresenta lo spauracchio della decrescita e della decadenza ambientale, per una provincia che stenta a darsi una visione del futuro coerente con le proprie prero…

Con la manifestazione del 3 gennaio promossa dal coordinamento No triv e dai movimenti contro lo sblocca italia e con le schermaglie tra fazioni fatte da reciproche accuse ed invettive, la politica dei partiti ha purtroppo invaso il campo, relegando la questione petrolio in Irpinia a materia da mera propaganda elettorale. Il petrolio rappresenta lo spauracchio della decrescita e della decadenza ambientale, per una provincia che stenta a darsi una visione del futuro coerente con le proprie prerogative, si teme anche perché evidentemente ostaggio di conflitti ideologici tra fazioni, che anche in questa vicenda potrebbero portare danno e soprattutto beffa.
Appare doveroso pertanto richiamare l’attenzione di tutti a cercare una soluzione al problema e ad aprire un dibattito virtuoso per il bene di tutti. In merito alla Questione Petrolio, e in generale alle tante istanze oggetto dei nostri interventi, di seguito proponiamo 3 quesiti ai politici irpini in Regione Campania nella speranza di trovare anche risposte coerenti.
1. In vista della riapertura dell’istruttoria per la verifica delle integrazioni presentate al progetto Gesualdo-1: i consiglieri regionali irpini hanno intenzione di convocare la Commissione Ambiente del Consiglio Regionale per l’approfondimento su tema?
2. In merito alle proposte riguardanti l’adozione di norme di tutela paesaggistica per il patrimonio rurale dell’Irpinia e di norme esplicative delle prescrizioni del PTR del 2008: quali iniziative sono state assunte e quali sono in programma prima della conclusione del mandato elettorale?
3. Sul fronte nazionale, vista l’adozione dello Sblocca Italia e vista la richiesta di incostituzionalità, e preso atto di una generale contrarietà delle forze politiche regionali: quali iniziative si ritengono opportune adottare per arrivare ad una sostanziale esclusione del territorio delle aree interne della Campania dalla ricerche degli idrocarburi?”. Così il Comitato No Trivellazioni Petrolifere in Irpinia” di Gesualdo.

Ultimi Articoli

Cronaca

Dramma a Sturno, poliziotto trovato morto in auto

29 Novembre 2021 0

Un uomo di 57 anni, poliziotto in servizio presso il Commissariato di Ariano Irpino, è stato trovato cadavere all’interno della sua auto nel territorio di Sturno. Ad ucciderlo un colpo pistola. Sono in corso indagini. […]

Attualità

Covid in Irpinia: 38 casi. 7 a Cervinara

29 Novembre 2021 0

L’Azienda Sanitaria Locale comunica su 797 tamponi effettuati sono risultate positive al COVID 38 persone: – 1, residente nel comune di Altavilla Irpina; – 1, residente nel comune di Ariano Irpino; – 3, residenti nel […]

Ariano Irpino

Ariano Irpino: furto dell’acqua, denunciato

29 Novembre 2021 0

I Carabinieri della Stazione di Ariano Irpino hanno denunciato un uomo della Città del Tricolle, ritenuto responsabile di furto aggravato. Lo stesso aveva trovato il modo per “risparmiare” sulla bolletta dell’acqua. Il sopralluogo eseguito con […]

Avellino

Auto in fiamme ad Avellino

29 Novembre 2021 0

Paura questo pomeriggio in via Circumvallazione ad Avellino dove un’auto ha preso improvvisamente fuoco. La conducente, alla vista del fumo, è subito uscita dall’abitacolo mettendosi in salvo. Immediato l’intervento dei Vigili del Fuoco che hanno […]