Montemiletto, De Mita: “Irpinia, terra di sperimentazione”

IL CONVEGNO – Si chiude con una serie di proposte e propositi incoraggianti al terza edizione dei ‘Cantieri meridionali di sanità sociale’ promossa dall’associazione no profit Salus Publica Sud presieduta dal dottore Roberto Ziccardi. L’evento si è svolto nel Castello della Leonessa a Montemiletto. Il convegno finale sul tema: Produrre salute, moderato da Generoso Picone, è stato articolato e avvincente. Giuseppe De Mita, vice governatore della Campania, ha lanciato una sfida a conclusione degli interventi. “L’Irpinia diventi terra di sperimentazione- dice De Mita-. Immaginare nuovi modelli economici è difficile. Bisogna allora procedere per tentativi ed esperimenti appunto. Il turismo, ad esempio, è un processo produttivo da organizzare eppure il fascismo aveva già scommesso sulle potenzialità turistiche del Belpaese noi oggi siamo all’anno zero”. Si è parlato anche di ambiente, salute, legalità, alimentazione. Tematiche di stretta attualità che si intrecciano tra loro. “Avevo proposto un marchio doag- ha affermato Antonio Limone, direttore dell’istituto zooprofilattico di Portici- , ovvero denominazione d’origine ambientale garantita, per i prodotti eccellenti della nostra regione sempre più spesso tacciati di essere avvelenati dalla diossina che si sprigiona dalle discariche d’immondizia bruciate da criminali. La Campania vanta eccellenze gastronomiche invidiabili, come noi non c’è nessuno, eppure dobbiamo difendere a denti stretti quello che si produce ed è un vanto per la nostra terra”. Il convegno si è concluso con un appello accorato di Ziccardi. “Speriamo di continuare questa missione sociale fondamentale per le comunità- ha esclamato il dottore Roberto Ziccardi, presidente di Salus Publica-. Siamo soli, non chiediamo niente a nessuno: chiediamo soltanto di non essere abbandonati lungo questo percorso avviato qualche anno fa in favore della promozione di una sanità più umana e democratica”. E durante l’interessante convegno si è discusso di sicurezza e qualità alimentare, di maggiore attenzione alla lotta al tabagismo e all’obesità, principali cause di mortalità in Italia, di stili di vita e terreni confiscati alla camorra per realizzare distese di coltivazioni da ortaggi. Un altro riscatto della Campania felix, terra solidale e accogliente, impegnata a promuovere la cultura dei valori e della salute.

Ultimi Articoli