Isochimica, Governo chiede ritiro emendamento. De Mita dice NO

«Oggi in Commissione Bilancio, nel corso dell’esame della Legge di Stabilità, il Governo ha chiesto di ritirare tutti gli emendamenti presentati per il riconoscimento del trattamento pensionistico per i lavoratori dell’amianto, fattispecie nella quale rientrano anche gli addetti dell’Isochimica di Avellino, appellandosi ad un generico impegno ad interessarsi della vicenda successivamente. Nonostante questo, non ho inteso ritirare il mio emendamento». Lo dichiara l’onorevole Giuseppe De Mita, dep…

«Oggi in Commissione Bilancio, nel corso dell’esame della Legge di Stabilità, il Governo ha chiesto di ritirare tutti gli emendamenti presentati per il riconoscimento del trattamento pensionistico per i lavoratori dell’amianto, fattispecie nella quale rientrano anche gli addetti dell’Isochimica di Avellino, appellandosi ad un generico impegno ad interessarsi della vicenda successivamente. Nonostante questo, non ho inteso ritirare il mio emendamento». Lo dichiara l’onorevole Giuseppe De Mita, deputato Udc e componente della Commissione Bilancio della Camera.
«Non l’ho ritirato – continua De Mita – prima ancora che in riferimento al merito della questione, per una ragione di serietà nei confronti di persone che finora sono state illuse dal Governo. Inizialmente si è detto che la vicenda poteva essere risolta attraverso un apposito provvedimento legislativo, poi grazie ad un decreto interministeriale e, infine, con un emendamento alla Legge di Stabilità che oggi il Governo invita a ritirare, rinviando sine die una soluzione attesa da anni. Questa è la dimostrazione di poca, pochissima, serietà. Questo è il modo più sciatto e più volgare di affrontare le questioni, promettendo un impegno e poi spostandone di volta in volta i tempi di verifica».
«Quella dei lavoratori è una richiesta sacrosanta – conclude Giuseppe De Mita – Il riconoscimento del trattamento pensionistico rappresenta un impegno non impossibile da portare avanti. Con questa Legge di Stabilità si è riusciti a stabilizzare il bonus degli 80 euro, manovra che impegna diversi miliardi di euro, e non sarebbe stato impossibile trovare le coperture anche per questi lavoratori. Non ho ritirato il mio emendamento perché il Pd si assumesse, come ha fatto, la responsabilità di bocciarlo. Su questa questione sono mancate finora serietà e chiarezza. Non si può continuare a giocare con la disperazione delle persone».

Ultimi Articoli

Calcio Avellino

Avellino, il Bari scappa: devi solo vincere

27 Novembre 2021 0

E dopo che il Bari capolista non è scivolato sulla buccia di banana, regolando il Latina al San Nicola e portandosi a +12 sui Lupi, per l’Avellino quello che era già imperativo diventa inevitabilmente categorico: […]

Attualità

Covid in Irpinia: 39 positivi

27 Novembre 2021 0

L’Azienda Sanitaria Locale comunica che su 822 tamponi effettuati sono risultate positive al Covid 39 persone: – 1, residente nel comune di Altavilla Irpina; – 5, residenti nel comune di Ariano Irpino; – 6, residenti […]

Aiello del Sabato

Violazioni in materia di armi: denunciati padre e figlio

27 Novembre 2021 0

I Carabinieri della Stazione di Aiello del Sabato, nell’ambito dei servizi finalizzati al controllo del rispetto della normativa in materia di armi e munizioni ai sensi del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, hanno […]

Attualità

Covid in Irpinia: 72 casi. 9 ad Avellino

26 Novembre 2021 0

‘Azienda Sanitaria Locale comunica su 1.069 tamponi effettuati sono risultate positive al Covid 72 persone: – 2, residenti nel comune di Aiello del Sabato; – 4, residenti nel comune di Altavilla Irpina; – 2, residenti […]