Gallicchio: Caldoro definisce sprechi i servizi primari

“Ho l’impressione che il presidente della Giunta regionale della Campania, Stefano Caldoro, quando parla dell’Irpinia scateni sempre uno sciame sismico. Anche se ormai abituati alle sue osservazioni incendiarie che non fanno altro che cercare di appiccare il fuoco alle poche speranze di chi vive con fatica nelle nostre comunità, quando apre bocca riesce ogni volta ad irritarci”. Così, Pasquale Gallicchio dirigente provinciale del Partito democratico e coordinatore del Circolo di Bisaccia replica, a nome di molti circoli dell’Alta Irpinia, dell’Ufita e Baronia, a quanto affermato da Caldoro a proposito di fare delle Province di Avellino e Benevento una sola Provincia. Il tutto, a giudizio del presidente della Giunta regionale, per eliminare gli sprechi.
“Caldoro, senza pudore – afferma Gallicchio – parla di sprechi per la provincia di Avellino quando, proprio qui da noi, sta tagliando tutti i servizi primari. La sua azione politica conosce un solo metodo: ogni emergenza napoletana viene fatta pagare alle zone interne. Anche alla luce di ciò si nota l’incapacità politica di questa maggioranza che regna, non governa, la Regione Campania, perché invece di aprire un ragionamento utile ad integrare la zona metropolitana e le zone interne non fa altro che aumentare quella frattura tra Napoli, la sua provincia e il resto della regione. Una situazione che alla luce di quanto sta accadendo oltre ad assumere una dimensione di scontro territoriale inizia a presentare pericolosi elementi di discrimine e conflitto sociale”.
Anche sul fatto che Caldoro abbia aperto una partita con le Regioni del Nord per far rilevare che le stesse sprecano e vanno anche ridimensionate nel numero delle Province, l’esponente del Partito democratico non usa mezze misure.
“Smettiamola – dichiara Gallichio – la responsabilità di governo non si ritrova, a patto che questo centrodestra campano ne sia capace, nel fare i conti nelle tasche delle altre Regioni d’Italia. La riabilitazione che chiedono gli italiani e soprattutto i campani al governo regionale è quella di mettere in campo scelte lungimiranti ad iniziare dall’emergenza rifiuti e dalla piaga della sanità che continua, nonostante il bisturi di Palazzo S. Lucia, a presentare conti in rosso. Ormai la Giunta regionale ha amputato servizi vitali mettendo in serio pericolo la qualità della vita di noi tutti. E di fronte ad uno scenario apocalittico per la nostra Irpinia, Caldoro decide di balzare in sella e agitare lo spadone dei tagli contro il resto dell’Italia, forse non si è accorto che il suo cavallo ha tutta l’aria di essere un ronzino”. Il presidente della Giunta regionale ha ipotizzato anche l’accorpamento dei piccoli comuni al di sotto dei 5mila abitanti sottolineando, inoltre, che la zona napoletana primeggia per densità abitativa in Italia.
“Ancora una volta – fa notare Gallicchio – le sue parole tradiscono la sua vera filosofia politica che è quella di realizzare il federalismo sulla scorta di numeri ottenuti per somme e differenze senza considerare le comunità, gli esseri umani con le loro esigenze. Unire i piccoli comuni e con quali finanziamenti se il governo che egli sostiene continua a non dare risorse. A vincere è ancora una volta il ragionamento fondato sulle statistiche, sulla densità abitativa.
Ma se Caldoro sostiene che dove c’è densità vanno collocati più servizi allora perché i rifiuti prodotti da quelle zone vengono smaltiti in altre province della regione Campania? Perché si salvano gli ospedali a Napoli e si chiudono in Alta Irpinia? Perché le Aziende Sanitarie napoletane continuano a divorare risorse nel panorama del deficit della sanità campana a scapito delle altre? Credo che l’Ente regione abbia bisogno di una seria ricostruzione fatta di nuove energie intellettuali e morali. Caldoro? Lasciamo che civetti con il linguaggio politico”.

Ultimi Articoli

Cronaca

Monteforte Irpino: controlli in un cantiere edile, 9 denunce

30 Novembre 2021 0

I Carabinieri del Gruppo Forestale di Avellino hanno denunciato in stato di libertà alla locale Procura della Repubblica 9 persone, ritenute responsabili dei reati di “falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici”,“falsità ideologica […]

Attualità

Covid in Irpinia: 61 casi

30 Novembre 2021 0

L’Azienda Sanitaria Locale comunica su 840 tamponi effettuati sono risultate positive al Covid 61 persone: – 1, residente nel comune di Altavilla Irpina; – 3, residenti nel comune di Ariano Irpino; – 1, residente nel […]

Cronaca

Dramma a Sturno, poliziotto trovato morto in auto

29 Novembre 2021 0

Un uomo di 57 anni, poliziotto in servizio presso il Commissariato di Ariano Irpino, è stato trovato cadavere all’interno della sua auto nel territorio di Sturno. Ad ucciderlo un colpo pistola. Sono in corso indagini. […]

Attualità

Covid in Irpinia: 38 casi. 7 a Cervinara

29 Novembre 2021 0

L’Azienda Sanitaria Locale comunica su 797 tamponi effettuati sono risultate positive al COVID 38 persone: – 1, residente nel comune di Altavilla Irpina; – 1, residente nel comune di Ariano Irpino; – 3, residenti nel […]

Ariano Irpino

Ariano Irpino: furto dell’acqua, denunciato

29 Novembre 2021 0

I Carabinieri della Stazione di Ariano Irpino hanno denunciato un uomo della Città del Tricolle, ritenuto responsabile di furto aggravato. Lo stesso aveva trovato il modo per “risparmiare” sulla bolletta dell’acqua. Il sopralluogo eseguito con […]