D’Amelio (Pd): energie rinnovabili per la ripresa industriale

D’Amelio (Pd): energie rinnovabili per la ripresa industriale
«Il rilancio dell’economia irpina passa per una rivoluzione energetica immediata. Nuclei industriali e centri urbani dovranno riconvertire i propri impianti, attingendo alle fonti alternative e rinnovabili, favorendo così un risparmio di cui beneficeranno le famiglie e le imprese». Lo ha affermato l…

D’Amelio (Pd): energie rinnovabili per la ripresa industriale

«Il rilancio dell’economia irpina passa per una rivoluzione energetica immediata. Nuclei industriali e centri urbani dovranno riconvertire i propri impianti, attingendo alle fonti alternative e rinnovabili, favorendo così un risparmio di cui beneficeranno le famiglie e le imprese». Lo ha affermato lunedì sera ad Ariano la candidata del Pd al Consiglio regionale, Rosetta D’Amelio, durante un incontro con amministratori e dirigenti del Pd arianese e dell’Ufita. Per la D’Amelio «il rilancio dell’occupazione e dell’economia dell’Irpinia, ma più in generale dell’intero contesto regionale, passa per una ristrutturazione dell’attuale assetto energetico dei comparti produttivi e industriali, ma anche dei centri urbani, partendo da Avellino ed Ariano, attraverso un piano di riduzione delle fonti tradizionali, a cominciare dal petrolio». La candidata del Pd si dice d’accordo con la ferma opposizione al nucleare, dimostrata dalla Giunta uscente e condivisa dal candidato governatore del Centrosinistra Vincenzo De Luca. «Abbiamo il dovere di centrare gli obiettivi della riconversione del nostro sistema industriale e dell’ammodernamento della potenzialità produttiva, abbattendo i costi economici ed ambientali che derivano dall’uso e dall’abuso degli idrocarburi». Per l’ex assessore regionale va stabilito un piano operativo, di concerto con imprese ed enti locali, utilizzando parte delle risorse europee disponibili. «C’è la necessità di convogliare sulle fonti rinnovabili quote sempre maggiori del nostro fabbisogno energetico, puntando a favorire la nascita di una filiera dell’eolico, del fotovoltaico, del solare e delle biomasse, anche attraverso la progettazione di impianti complessi per la produzione di energia sostenibile anche economicamente». Ed è su questi punti che si prepara lo scontro con il governo nazionale. «Nonostante la Regione Campania disponga di un Piano Energetico Ambientale, approvato da circa un anno, il Governo continua a procrastinare l’emanazione delle linee guida nazionali, indispensabili per rendere attuabili le norme regionali». Il nuovo governatore dovrà avviare con il governo un confronto su quello che definisce “il tema cardine per lo sviluppo del Sud”. Su questo terreno rileva una forte differenza tra i due principali schieramenti: «Dal Centrodestra nazionale viene sbarrata la strada all’avvio della cosiddetta strategia per l’abbattimento delle emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera, diretta non solo a contrastare gli effetti dei mutamenti climatici, ma anche a rilanciare la competitività dell’industria nazionale ed europea sui mercati internazionali». E qui attacca le politiche del Ministro Scajola e del Premier: «Il Pdl resta arroccato su un anacronistico piano, che ripropone obsolete centrali nucleari di terza generazione, mentre negli Stati Uniti si aprono i cantieri per gli impianti di quarta…». La rotta del Paese è in controtendenza rispetto al contesto europeo, aggiunge: «Pur avendo firmato accordi in sede europea e globale, Berlusconi immagina di continuare per decenni a far dipendere la Campania, il Sud e l’Italia dal petrolio, riservando al Mezzogiorno le discariche delle scorie, anziché abbattere i costi dell’energia a vantaggio delle imprese e delle famiglie». Per Rosetta D’Amelio le energie rinnovabili vanno incentivate, sostenendo lo sforzo di riconversione degli impianti sia nei nuclei industriali che nei centri urbani. «Il nuovo Consiglio regionale dovrà da subito cogliere l’opportunità che viene dalle associazioni di categoria, da mesi pronte a raccogliere una sfida sulla modernità e il rilancio della competizione sui mercati». Della questione energetica Rosetta D’Amelio discuterà anche questa sera a Lioni, quando riunirà amministratori locali e dirigenti del Pd presso il proprio comitato elettorale. Sarà l’occasione per fare il punto sulla campagna elettorale e definire gli ulteriori impegni programmatici a vantaggio delle diverse comunità irpine.

Ultimi Articoli

Attualità

Covid in Irpinia: 38 casi. 7 a Cervinara

29 Novembre 2021 0

L’Azienda Sanitaria Locale comunica su 797 tamponi effettuati sono risultate positive al COVID 38 persone: – 1, residente nel comune di Altavilla Irpina; – 1, residente nel comune di Ariano Irpino; – 3, residenti nel […]

Ariano Irpino

Ariano Irpino: furto dell’acqua, denunciato

29 Novembre 2021 0

I Carabinieri della Stazione di Ariano Irpino hanno denunciato un uomo della Città del Tricolle, ritenuto responsabile di furto aggravato. Lo stesso aveva trovato il modo per “risparmiare” sulla bolletta dell’acqua. Il sopralluogo eseguito con […]

Avellino

Auto in fiamme ad Avellino

29 Novembre 2021 0

Paura questo pomeriggio in via Circumvallazione ad Avellino dove un’auto ha preso improvvisamente fuoco. La conducente, alla vista del fumo, è subito uscita dall’abitacolo mettendosi in salvo. Immediato l’intervento dei Vigili del Fuoco che hanno […]