Crisi lavoro, Pisaniello al fianco degli operai: “Non deludiamoli”

“E’ ora di scendere in campo e di stare realmente dalla parte dei lavoratori”. Questo l’esordio del giovane membro dell’esecutivo provinciale Pd Valerio Pisaniello. “Le ultime vicende dell’Irisbus, dell’Astec, dell’Fma, della Sevec, dell’Isochimica e degli altri stabilimenti mi portano ad una seria considerazione: quella di una sola grande vertenza irpina che faccia emergere, con spirito di solidarietà, una concreta tutela dei tanti lavoratori oggi in una situazione altamente precaria. Mi spiego. Lo scorso dibattito organizzato dal nostro dirigente nazionale Franco Vittoria e da “Generazionezero”
“L’Italia è una repubblica fondata sul lavoro?” ha smosso gli animi per il successo riscontrato ma soprattutto per l’originalità dell’iniziativa. I protagonisti veri di quell’incontro sono stati gli operai e non solo noi del mondo della politica o del sindacato. Anche in seguito all’irruzione dei lavoratori Astec – argomenta il giovane dirigente provinciale – abbiamo ascoltato le varie istanze di tutti gli operai e da quel dibattito è uscito un forte senso unitario ma soprattutto la volontà che il mio partito deve stare non a fianco ai lavoratori ma in mezzo a loro. Proprio ieri – continua il giovane Pisaniello – abbiamo avuto un esecutivo e la segretaria Lengua ha manifestato la volontà di una grande giornata dedicata ai lavoratori e alla giustizia sociale, perchè ormai di questo si tratta. D’accordissimo. Ma io dico, ancor di più, che quella giornata debba essere strutturata sul modello dell’iniziativa organizzata nei giorni scorsi alla Chiesa del Carmine da Franco Vittoria.
Gli operai protagonisti e noi ad ascoltare per formulare davvero proposte concrete, cercando soluzioni concrete e, soprattutto, senza mezzi termini, per stare dalla parte dei lavoratori. Nei giorni scorsi altri operai hanno fatto irruzione a via Tagliamento dove il mio segretario provinciale li ha ospitati. In quell’azione, che sicuramente è stata dettata dalla disperazione, voglio prendere il lato positivo della vicenda: quegli operai sono venuti sul nostro partito, quindi, questo vuole significare che per loro siamo un punto di riferimento. Non dobbiamo e non possiamo assolutamente deluderli”.

Ultimi Articoli

Top News

Coronavirus, 8.824 nuovi casi e 377 decessi in 24 ore

18 Gennaio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Nelle ultime 24 ore in Italia sono stati registrati 8.824 nuovi casi di coronavirus, contro i 12.545 di ieri. I morti oggi sono 377, un dato stabile rispetto a ieri quando si registrava lo stesso numero di decessi. I guariti oggi sono 14.763 mentre gli attualmente positivi sono 547.058 con una riduzione […]

[…]

Top News

Enrico Ruggeri torna con “L’America”, canzone per Chico Forti

18 Gennaio 2021 0
MILANO (ITALPRESS) – Da domani sarà in radio e disponibile in digitale “L’America (Canzone per Chico Forti)”, il nuovo brano di Enrico Ruggeri, dedicato alla vicenda che da 20 anni tiene in sospeso la vita di un uomo.Questa sera l’artista sarà ospite di Nicola Porro a Quarta Repubblica (in prima serata su Rete 4), dove […]

[…]

Top News

Governo, Salvini “Conte vive su Marte”

18 Gennaio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Conte ha detto che deve rimanere al governo per fare le cose che chiedono gli italiani, a partire da una legge elettorale proporzionale. La legge elettorale… Vabbè, è ufficiale, ormai costui vive su Marte”. Lo dice il leader della Lega Matteo Salvini.“Conte dice che i rimborsi dei ristori sono proporzionati alle perdite […]

[…]

Top News

Banca Sistema, nel 2020 volumi factoring a quota 3,1 miliardi

18 Gennaio 2021 0
MILANO (ITALPRESS) – La divisione Factoring di Banca Sistema chiude il 2020 con 3,1 miliardi di volumi di crediti acquistati (+2%): in forte crescita i crediti ricevuti in cessione dai fornitori del sistema sanitario e dal settore del calcio a fronte di una sostanziale stabilità dei crediti P.A. e una flessione dei crediti fiscali. Per […]

[…]

Top News

Imprese, nel 2020 lieve segno più per il saldo tra aperture e chiusure

18 Gennaio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Circa 292.000 iscrizioni e 273.000 cessazioni al Registro delle imprese nel 2020, con un saldo che fa segnare un +0,32%. L’andamento demografico dell’imprenditoria italiana è apparso, lo scorso anno, complessivamente caratterizzato da una diffusa incertezza sull’evoluzione della pandemia. Il risultato, secondo i dati Unioncamere/Infocamere, è che le imprese nate nel 2020 sono […]

[…]