Centro Autismo: “Intollerabili superficialità da parte del Comune”

Il Presidente della Commissione politiche sociali del Consiglio regionale della Campania, Antonia Ruggiero, ha presentato un’interrogazione urgente all’Assessore Bianca D’Angelo per sapere quali provvedimenti intenda assumere o abbia già assunto alla luce di quanto emerso circa la proprietà dei suoli sui quali è in costruzione il Centro per l’autismo di Avellino. L’intervento del Consigliere regionale di Forza Italia è finalizzato ad evitare che il completamento dell’opera possa subire nuovi rit…

Il Presidente della Commissione politiche sociali del Consiglio regionale della Campania, Antonia Ruggiero, ha presentato un’interrogazione urgente all’Assessore Bianca D’Angelo per sapere quali provvedimenti intenda assumere o abbia già assunto alla luce di quanto emerso circa la proprietà dei suoli sui quali è in costruzione il Centro per l’autismo di Avellino. L’intervento del Consigliere regionale di Forza Italia è finalizzato ad evitare che il completamento dell’opera possa subire nuovi ritardi a causa del mancato perfezionamento da parte del Comune di Avellino della procedura contrattuale di cessione dei suoli. Una circostanza che la Ruggiero definisce “una incredibile e intollerabile superficialità.”
“Gli organi di informazione irpini – afferma – hanno reso noto che il terreno sul quale è stato edificato il Centro per l’Autismo non sarebbe di proprietà del Comune ma di un immobiliarista non residente in Italia perché trasferitosi anni fa negli Usa. La procedura contrattuale tra Comune di Avellino e il proprietario dei suoli, infatti, non sarebbe mai stata completata e sarebbe ferma ad una scrittura privata sottoscritta dalle parti. Una condizione che rischia di compromettere il completamento dell’opera.”
“Nonostante i limiti determinati dai tetti di spesa, imposti in ragione delle normative europee – aggiunge l’esponente di Forza Italia -, la Regione ha reperito buona parte dei fondi necessari al completamento dell’opera, grazie anche ad uno sforzo corale posto in essere dalla mia Commissione e dalla Giunta. Lo scorso 29 agosto 2014, dietro una mia esplicita richiesta, il Presidente della Giunta si è recato presso il centro per l’autismo dove ha avuto un incontro con i vertici delle istituzioni locali e dell’Associazione Aipa, assumendosi l’impegno ad accelerare i pur ineludibili iter procedurali e amministrativi previsti. Caldoro in quella sede ha garantito il varo di una delibera per lo stanziamento di 230mila euro da destinare al completamento dell’opera. Impegno che si è concretizzato con l’adozione della delibera 403 pubblicata sul Burc.”
“Ora mi auguro che l’Assessore D’Angelo voglia ragguagliarci sulle possibili conseguenze derivanti dalle ‘dimenticanze’ del Comune di Avellino, con la speranza che tali superficialità non pregiudichino il completamento dell’opera. Per quanto mi riguarda – chiude Ruggiero – continuerò a battermi affinché il Centro per l’Autismo diventi una realtà funzionante nel minor tempo possibile.”

Ultimi Articoli

Politica

Il sindaco e la sindrome De Luca

6 Dicembre 2021 0

Bisogna ammettere che il sindaco di Avellino ha ragione quando denuncia un eccesso di critica sull’operato della sua amministrazione. Dovrebbe essere evidente che i problemi della città sono tali e tanti che nessuno può ancora […]