Aree interne, De Mita: “Possiamo fare il salto di qualità”

AVELLINO – “Dobbiamo essere ambiziosi e dobbiamo avere orgoglio”. Ha così iniziato il suo intervento l’onorevole Giuseppe De Mita, vicepresidente vicario del gruppo “Per l’Italia” alla Camera dei Deputati, in occasione del convegno “Aree interne. Da terre di frontiera a orizzonti di futuro”, promosso dall’associazione CambiaMenti, che si è svolto questo pomeriggio presso la Camera di Commercio di Avellino.
“A nessuno sfugge – ha continuato De Mita – come, insieme alla discussione sulla individuazione di un nuovo modello di organizzazione territoriale, stiamo anche ragionando su come ricomporre un’identità culturale all’interno dei nostri territori. Finora abbiamo inteso la circostanza di essere persone che vivono nelle aree interne come una diversità che conteneva un limite. La diversità deve essere, al contrario, necessariamente un elemento di orgoglio. Oggi la diversità è diventata lo spazio possibile dentro il quale costruire una nuova dimensione economica. Tutto quello che finora è stato declinato nei termini delle aree marginali oggi può diventare il nuovo centro di aggregazione delle persone”.
“In questa provincia abbiamo fatto un percorso – ha dichiarato ancora De Mita facendo riferimento al lavoro svolto dalle conferenze di copianificazione fino al Patto per lo Sviluppo – L’elemento differenziale dal quale siamo partiti era dato dalla possibilità di approfittare della crisi per fare nuova gerarchia. Ed è quello che abbiamo fatto. Dal 2009 e fino ai lavori del Patto per lo Sviluppo, il punto è stato capire che se c’è coesione su obiettivi comuni le risorse diventano funzionali a raggiungerli. Senza coesione e senza strategia comune, avere risorse diventa quasi ininfluente. Progressivamente abbiamo ottenuto questa consapevolezza. Oggi questo lavoro ha la possibilità di fare un salto di qualità perché incrocia due programmi, uno nazionale ed uno europeo, dedicati alle aree interne, non considerate come aree marginali a cui fare un’elargizione, ma viste come nuovi baricentri. Questo ci consentirà, inoltre, di fare un’operazione identitaria. E per farlo dobbiamo essere protagonisti in questa partita”.
“La delibera della Provincia di Avellino del gennaio scorso – ha così continuato il deputato – che rimette insieme tutto il lavoro del Patto, non è un fatto formale. Serve a dire che noi ci siamo, che siamo protagonisti e che non abbiamo una posizione ancillare e mendicante, ma siamo dentro il percorso di definizione delle strategie per le aree interne. La delibera rappresenta perciò un atto politico oltre che amministrativo e rappresenta il recupero di una soggettività che ci consente di avere un ruolo paritario dentro questo processo “.
“Sul programma nazionale, a cui si fa riferimento nella legge di stabilità – ha concluso De Mita – devono essere definite aree per sperimentare progetti pilota. Avendo fatto con il Patto un percorso di rilievo, direi unico in Italia, riteniamo di poter essere titolari di uno dei progetti pilota. L’altro pezzo è sul programma europeo, sulla programmazione 2014-2020. La Comunità Europea dedica attenzione alle aree interne ed è per questo che dentro il Por deve essere per forza di cose definita una linea di finanziamento per le aree interne. Le aree interne oggi possono vivere una la nuova condizione. Oggi abbiamo la possibilità di constatare come possa ribaltarsi la descrizione di Rossi Doria sulla polpa e l’osso. Per farlo servono, però, ambizione ed orgoglio”.

Ultimi Articoli

Top News

Telefonata Draghi-Von der Leyen “L’Ue acceleri sui vaccini”

3 Marzo 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha avuto oggi pomeriggio una conversazione telefonica con la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen. Al centro dello scambio di vedute – rende noto Palazzo Chigi – è stato in particolare l’obiettivo prioritario di un’accelerazione nella risposta sanitaria europea al Covid-19, soprattutto per quanto […]

[…]

Top News

Gol, spettacolo ed emozioni: Sassuolo-Napoli finisce 3-3

3 Marzo 2021 0
REGGIO EMILIA (ITALPRESS) – Succede di tutto tra Sassuolo e Napoli, tra errori e prodezze. Al Mapei Stadium decidono due rigori negli ultimi minuti, il primo realizzato da Insigne e il secondo da Caputo su sciocchezza di Manolas: finisce 3-3. Ennesimo passo falso degli azzurri che sembravano aver in mano la vittoria a pochi secondi […]

[…]

Top News

Coronavirus, 20.884 nuovi casi e 347 decessi in 24 ore

3 Marzo 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Superano quota 20 mila i nuovi contagi da coronavirus in Italia, esattamente 20.884 in forte crescita rispetto ai 17.083 di ieri. Boom dei tamponi effettuati, ben 358.884 con un indice di positività che cresce al 5,8%. Sono questi i dati contenuti nel consueto bollettino sul coronavirus. I decessi sono 347, in leggerissima […]

[…]

Top News

Raccolta differenziata in Sicilia, grandi città ancora in ritardo

3 Marzo 2021 0
PALERMO (ITALPRESS) – Per la Sicilia il modello è quello della Sardegna, che è passata in quindici anni da ultima regione in Italia per raccolta differenziata a seconda, a un solo punto percentuale dal Veneto, prima nello Stivale. Per farlo è necessario l’impegno di tutti: a partire dalla Regione ma anche dalle amministrazioni delle città […]

[…]