Dopo il crollo elettorale Raffaele Aurisicchio lascia la guida di Sinistra Italiana

Sinistra italiana, Raffaele Aurisicchio lascia la guida del partito. “L’Assemblea provinciale di Sinistra Italiana – si legge in una nota – ha svolto una discussione in merito alle elezioni politiche del 4 marzo e al risultato che ne è derivato. L’esito del voto, assolutamente insufficiente, inchioda la sinistra per l’ennesima volta negli ultimi dieci anni
ad una percentuale di poco superiore al 3%. Il varo della lista di Liberi ed Uguali è stato tardivo e tutta
l’operazione ha scontato numerosi erroridi impostazione e di comunicazione sicchè agli elettori è apparsa
troppo in continuità con le disastrose politiche condotte negli ultimi anni dal centro sinistra e dal Pd. 
Nel voto, tuttavia, c’è stato l’impegno e la partecipazione di tante persone, si è manifestato il risveglio di energie da tempo sopite, si è addensato un grumo di speranze che non va disperso. Per questo bisogna andare avanti con il progetto fino a conseguire l’obiettivo della costruzione di un soggetto politico della sinistra che assuma come fondante la battaglia per la giustizia sociale e per assicurare una efficace rappresentanza del mondo del lavoro e dei soggetti più esclusi e svantaggiate”. 

“L’esito del voto ci dice, però, che per proseguire nel percorso sono necessari cambiamenti percepibili nella impostazione politica, nella pratica democratica, negli assetti dei gruppi dirigenti. Il voto è insoddisfacente anche sul piano locale.  Nel collegio proporzionale Avellino – Benevento LeU ottiene meno del 3%. Si tratta di un risultato
fortemente omogeneo con poche eccezioni positive tra le quali risalta il dato della città di Avellino, dove si va oltre il 5,5%. Ciò nonostante il risultato, seppur negativo,consentirebbe la elezione del deputato attribuito a LeU nel collegio Av/Bn se fossero rispettate le attribuzioni per collegio fissate dalla legge: allo stato i collegi di Av/Bn e di Ce vengono incomprensibilmente privati di un deputato ciascuno nel mentre il collegio di Sa dai 7 (assegnati per legge) passa a 9. A conclusione di un sereno e partecipato confronto il coordinatore provinciale Raffaele Aurisicchio ha rassegnato il proprio mandato. L’Assemblea, confermando unanimemente al compagno la stima personale e la condivisione del percorso politico che si è svolto sotto la sua guida, ha accolto la sua decisione come un necessario segnale di apertura
di una nuova fase politica della Federazione Irpina. L’Assemblea provinciale sarà riconvocata nelle prossime settimane per la elezione del nuovo coordinatore e del nuovo coordinamento”.

Ultimi Articoli

Attualità

Covid in Irpinia: 25 positivi, altri 6 ad Avellino

19 Novembre 2021 0

L’Azienda Sanitaria Locale comunica su 663 tamponi effettuati sono risultate positive al Covid 25 persone: – 1, residente nel comune di Aiello del Sabato; – 2, residenti nel comune di Altavilla Irpina; – 4, residenti […]

Attualità

Covid, ancora una vittima in Irpinia

19 Novembre 2021 0

È deceduto nel primo pomeriggio di oggi, in una delle stanze di isolamento Covid dell’Unità operativa di Anestesia e Rianimazione dell’Azienda Ospedaliera Moscati di Avellino, un paziente di 71 anni di Mercogliano. L’uomo era ricoverato dal […]

Politica

Psicodramma democratico

19 Novembre 2021 0

Il Partito democratico ha congelato il tesseramento sospetto avvenuto innanzitutto nella città di Avellino, respingendo i presunti assalti alla diligenza dell’area che fa capo al sindaco di Avellino Gianluca Festa, e al suo omologo di […]