D’Alema al curaro: “Renzi ? Vince facile nel Pd ma poi perde nel Paese”

“Renzi ? Vince nel Pd ma perde nel Paese”. E’ un D’Alema al curaro quello che ha fatto tappa all’Università di Salerno, prima, e nella città di Salerno, poi. All’ateneo di Fisciano Massimo D’Alema ha preso parte al seminario “La Russia di Putin e la sfida all’Europa” promosso dall’associazione ABCD- LaboratorioUNISA. 

“L’Italia in questo momento, a livello internazionale, si trova in una posizione di forte debolezza. E’ oppressa da un debito pubblico estremamente elevato, siamo tra i maggiori Paesi europei quello che è più indietro dal punto di vista della ripresa economica, siamo ancora sette punti di pil al di sotto del livello del 2008”. Ed ancora.

“Abbiamo circa il 40% di disoccupazione giovanile, ha detto D’Alema, una sostanziale stagnazione del mercato del lavoro a prescindere dalla propaganda”. “L’obiettivo internazionale per l’Italia da inseguire in questo momento, dovrebbe essere quello di spostare l’impegno dell’Europa maggiormente verso il Mediterraneo”.

E parlando di fiscal compact, ovverosia il Patto di bilancio europeo: “introdurlo nei trattati così com’è sarebbe suicida per l’Europa. Va cambiata la politica economica dell’Europa, gli investimenti non possono essere calcolati come spesa pubblica. E’ chiaro infatti che bloccando gli investimenti tutto il tema della competitività si scarica sulla riduzione del costo del lavoro, sulla riduzione dei diritti dei lavoratori. E questa è stata la ragione del corso disastroso di questi anni e del perchè la gente si è via via disamorata dell’Europa”.

D’Alema non ha dubbi che “la prospettiva del Pd, di Renzi, è quella di un’alleanza con Forza Italia” E sulle primarie che hanno segnato la vittoria dell’ex Premier: “Era largamente prevedibile il risultato di Renzi. Nel Pd sono rimasti i seguaci di Renzi. Non c’è nessuna discussione politica. Quando si è andati a votare per il referendum, la grande maggioranza ha votato contro di lui. Vincere nel Pd per Renzi non è un problema, il problema è che lui perde nel Paese”.

Ultimi Articoli

Top News

Coronavirus, Salvini “Mi auguro 2 giugno Italia aperta”

13 Aprile 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Se torniamo a una situazione di prudenza e sotto controllo, tornare a riaprire mi sembra di buon senso. Mi auguro che da qui al 2 giugno tutta Italia sia aperta”. Lo ha detto Matteo Salvini, leader della Lega, ospite a Cartabianca su Rai3. “Se fossimo a un mese fa – ha aggiunto […]

[…]

Top News

Transizione digitale, Colao “Strategia con 5 aree di intervento”

13 Aprile 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “La strategia per la transizione digitale in Italia prevede linee di intervento in 5 aree: connettività, cloud, dati aperti, sicurezza dei sistemi informatici e competenze umane”. Lo ha detto Vittorio Colao, ministro per l’Innovazione tecnologica e la Transizione digitale, in audizione in commissione Trasporti alla Camera sulle linee programmatiche del suo dicastero. […]

[…]

Top News

Speranza “Sul vaccino J&J valuteremo, ma penso vada usato”

13 Aprile 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “C’è stata una scelta, nelle ore successive al pronunciamento delle autorità statunitensi su Johnson & Johnson, di rinviare anche in questo caso in maniera precauzionale l’immissione in commercio del vaccino in tutti i paesi europei. E’ un vaccino importante e che ha una caratteristica, e cioè riesce ad immunizzare con una unica […]

[…]

Top News

Tirrenia ai sindacati “Stallo trattative, gravi rischi occupazionali”

13 Aprile 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – L’amministratore delegato di Tirrenia, Massimo Mura, ha inviato una lettera alle segreterie nazionali di Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti per chiedere un incontro urgente. L’obiettivo è quello di informare i sindacati “sui possibili e gravi rischi occupazionali che l’attuale fase di stallo delle trattative potrebbe produrre in ordine al mantenimento degli attuali livelli […]

[…]

Top News

Covid, 13.447 nuovi casi e 476 decessi in 24 ore

13 Aprile 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Crescono, come ormai accade ogni martedì, i nuovi positivi in Italia. I nuovi contagiati sono 13.447 (ieri erano stati 9.789) a fronte però di 304.990 tamponi effettuati, numero che determina un tasso di positività in forte calo al 4,4%. Secondo il bollettino del Ministero della Salute, i decessi tornano a crescere a […]

[…]