Basilicata terra da scoprire: itinerario nella Lucania archeologica

Per trascorrere un fine settimana tra le bellezze del patrimonio archeologico della Basilicata, consigliamo un breve tour che, partendo da Matera, raggiunge altre località lucane che vantano una lunga storia e considerevoli testimonianze del tempo che fu.

Nella città dei Sassi, un patrimonio dell’umanità che non ha uguali nel mondo, si può visitare il Museo Archeologico Nazionale “Domenico Ridola”. Si tratta della più antica esposizione presente nella regione che ospita numerosi e importanti reperti rinvenuti nel territorio della provincia materana e delle Murge, partendo dai resti preistorici che risalgono al paleolitico.

Ma girando per Matera ci si rende conto che la città stessa è un museo a cielo aperto, unica e suggestiva, da visitare in tutte le stagioni. Pieno di fascino è il Parco Archeologico Storico Naturale delle Chiese Rupestri del Materano, dove sono presenti grotte e abitati preistorici e insediamenti monastici rupestri, un paesaggio incontaminato che sembra voler respingere la mano dell’uomo per conservare la propria magica bellezza.

Proseguendo in direzione della costa ionica, troviamo Montescaglioso, noto centro storico e culturale del materano, nel quale poter visitare il Santuario della Madonna della Murgia attorno al quale sorge l’antica necropoli altomedievale della Loe, scavata nel tufo. E’ imponente il patrimonio archeologico rinvenuto nel territorio di Montescaglioso, città nella quale i primi insediamenti risalgono al VII secolo a.C. (come testimoniato da tombe, vasi e oggetti rinvenuti nel sito).

Continuando a viaggiare verso la costa, ecco Bernalda, dove ha sede il Parco Archeologico di Metaponto (la frazione marina del comune, una delle città più importanti della Magna Grecia). Qui si può ammirare una interessante area archeologica affacciata sul golfo di Taranto che conserva reperti risalenti ad antichissime popolazioni e quattro templi dedicati agli Dei. Presso il Museo Archeologico Nazionale di Metaponto, suddiviso in sale che vanno dai reperti preistorici all’età romana, è possibile osservare con tutta tranquillità i numerosi reperti rinvenuti.

Spostandoci lungo la costa in direzione sud, verso la Calabria, si raggiunge anche il vicino e affascinante Museo Archeologico Nazionale della Sirtide (a Policoro), situato all’interno del sito di Heraclea (antichissima città della Magna Grecia lucana). Nei pressi del museo si ammirano il Santuario di Demetra e il tempio di Dionisio del VII secolo a.C..

Ultimi Articoli