Thunderbird e Outlook: due email-client a confronto

Anche chi non è un grande amante della tecnologia e di Internet dispone, come minimo, di un indirizzo di posta elettronica.

Spesso e volentieri anzi gli account di posta sono più di uno, magari suddivisi tra vita privata e lavoro.

Volenti o nolenti, la nostra email è il cuore della nostra vita: riceviamo e inviamo messaggi in continuazione, attendiamo con ansia un’email, o ci dimentichiamo di inviarne una.

È per questo che scegliere il proprio client di posta elettronica è un’operazione fondamentale: semplificarsi la vita, non complicarla, è il nostro imperativo principale!

Scegliere tra i vari provider di posta non è certamente un’impresa semplice: al di là per esempio della grafica, che è il primo elemento che ci balza agli occhi, c’è molto altro a dover essere valutato.

Abbiamo notato però, tra i vari siti e blog, che sempre più user scelgono da Thunderbird a Outlook Transfer https://www.outlooktransfer.com/it/products/thunderbird-to-outlook-transfer/.

Siamo rimasti abbastanza incuriositi, essendo entrambi due client di posta molto conosciuti, e abbiamo deciso di capire meglio se conviene passare da Thunderbird ad Outlook.

Mozilla vs Microsoft

La prima caratteristica che abbiamo notato e che è comune ad entrambi i provider, è che nessuno dei due è un cloud.

Questa è una notizia che piacerà agli amanti della posta elettronica old school!

Al di là di questa caratteristica, ci sono però diverse differenze che vanno sottolineate e che derivano principalmente dal fatto che Thunderbird nasce da Mozilla, mentre Outlook è legato a Microsoft.

Mozilla è da sempre considerato un’ottima alternativa, quando però il sistema principale non può essere utilizzato.

L’aspetto della sicurezza è senz’altro tra i primi a dover essere analizzato, e da questo punto di vista, anche se Thunderbird si difende bene, Outlook ha la meglio: la sua capacità di filtrare messaggi spam, virus, malware, phishing e altri elementi dannosi è superiore alla media.

L’esigenza di tenere al sicuro il tuo pc o il tuo dispositivo mobile è quindi pienamente soddisfatta con Outlook.

Per quanto riguarda l’interagibilità, entrambi sono provider che soddisfano i propri user: la grafica è chiara su entrambi, le varie funzioni possono essere trovate facilmente, ma Outlook ha – anche in questo caso – una marcia in più, data dalla possibilità di installare l’App.

In questo modo, senza dover passare per la pagina principale di Internet, puoi comodamente inviare e ricevere email avvalendoti dell’applicazione.

Il vero punto di forza di Outlook comunque, rimane il suo legame con Office.

Un punto di forza che non è sostituibile, vista l’importanza di avere un client di posta collegato con il programma per documenti più utilizzato in tutto il mondo.

Avere una grafica omogenea tra email e documenti, poter contare su un’interazione fluida tra messaggi e file ti porta su un altro livello.

Outlook tra l’altro è già inserito nel pacchetto Office ma rimane perfettamente compatibile anche con i dispositivi Apple.

Dalla nostra analisi è evidente quindi come, tra i due provider, Outlook possa essere considerato più interessante, non solo dal punto di vista della sicurezza ma anche da quello della funzionalità.

Francesco Pizzigallo

Ultimi Articoli

Top News

Banche, ad agosto prestiti +1,8% su base annua

11 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Ad agosto i prestiti al settore privato, corretti per tener conto delle cartolarizzazioni e degli altri crediti ceduti e cancellati dai bilanci bancari, sono cresciuti dell’1,8 per cento sui dodici mesi (2,1 nel mese precedente). I prestiti alle famiglie sono aumentati del 3,7 per cento sui dodici mesi (3,8 nel mese precedente) […]

[…]

Top News

Pmi, il digitale per risolvere il problema della carenza di liquidità

11 Ottobre 2021 0
MILANO (ITALPRESS) – Secondo le stime dell’Osservatorio Supply Chain Finance della School of Management del Politecnico di Milano il mercato potenziale del credito di filiera in Italia ammonta ad una cifra tra i 450 e i 490 miliardi di euro, di cui soltanto circa 25% è già servito. Il potenziale di sviluppo è dunque molto […]

[…]

Top News

Anno della Frutta e Verdura, torna “Il Piantastorie” di Bayer in podcast

11 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – In omaggio all’Anno Internazionale della Frutta e della Verdura (AIFV) promosso dalla FAO, Bayer Italia prosegue nel suo racconto per promuovere buone pratiche agricole e uno stile di vita sano. Lanciato nel 2020 in occasione dell’Anno Internazionale della Salute delle Piante, la nuova edizione de Il Piantastorie in versione podcast vuole accompagnare […]

[…]

Top News

Ad agosto produzione industriale in lieve calo

11 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Ad agosto 2021 l’Istat stima che l’indice destagionalizzato della produzione industriale diminuisca dello 0,2% rispetto a luglio. Nella media del trimestre giugno-agosto il livello della produzione cresce dell’1,1% rispetto ai tre mesi precedenti. L’indice destagionalizzato mensile cresce su base congiunturale per i beni strumentali (+0,8%), mentre diminuisce per l’energia (-2,1%), i beni […]

[…]

Top News

Green Pass, Orlando “Protesta usata per salto di qualità eversivo”

11 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Bisogna partire dal fatto che ci sono contemporaneamente due fenomeni. Da un lato c’è il movimento reale, dove paure, teorie complottistiche e malessere sociale si mischiano e come sempre si confondono, caratterizzato da una certa spontaneità e dai meccanismi tipici della mobilitazione attraverso i social. Dall’altro, c’è una parte che tenta di […]

[…]

Top News

Dal 2023 la nuova sede “sostenibile” di Findomestic a Firenze

11 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Findomestic, società di credito al consumo del gruppo BNP Paribas, investe nel futuro sostenibile con l’acquisizione di un immobile che sarà la nuova sede destinata ai 1600 dipendenti di Firenze. L’immobile, che sarà disponibile dal 2023, si colloca nel quartiere di Novoli dove è in atto la più grande riqualificazione urbana del […]

[…]