Dove si annidano i batteri? Ecco alcuni oggetti d’uso quotidiano tra i più sporchi in assoluto

cellulare

Secondo molti è il bagno, in particolare il sedile del water, il posto più sporco tra le cose che tocchiamo ogni giorno e che ci circondano. E senza dubbio non è un luogo pulito visto che vi si annidano circa 50 batteri per cm quadrato. Ma è questo a detenere lo scettro di posto più sporco della nostra quotidianità? Assolutamente no.

Ce ne sono di gran lunga peggiori e alcuni anche insospettabili.

In prima posizione, infatti, c’è uno strumento che ormai ha preso il posto d’onore nelle vite di ognuno. Parliamo del cellulare, divenuto nella quasi totalità dei casi uno smartphone, che rappresenta il luogo ideale per batteri e germi. Più dell’80% di quelli che sono presenti sulle nostre mani e sulle nostre dita finisce proprio sull’apparecchio, infatti, e se si pensa che oltre metà delle persone lo usa anche in bagno, si può facilmente comprendere quanti ne possa far proliferare. In media i cellulari portano con sé una quantità di germi nocivi 18 volte di più di quanto possa fare la maniglia di una toilette maschile.

Tra gli oggetti di uso comune ci sono poi gli spazzolini da denti, con oltre 10 milioni di batteri che vi si annidano. La soluzione migliore sarebbe quella di lavarli bene prima e dopo ogni utilizzo, conservarli con le setole verso l’alto e, distanziati l’uno dall’altro, lasciarli scoperti.

C’è ancora il telecomando, peggio ancora se si trova in hotel. Maneggiato troppe volte e da persone diverse e raramente pulito.

I soldi, per la quantità e la varietà di volte con cui vengono toccati; le buste della spesa riutilizzabili, spesso appoggiate a terra e allo stesso modo sul tavolo di casa; mouse e tastiera di un computer (una ricerca rilevava livelli di germi cinque volte superiori a quelli che si trovano su un sedile del water); ma anche gli strofinacci e le spugne utilizzate per pulire non sono da meno con circa mezzo milione di batteri per centimetro quadrato nel primo caso e circa cinque milioni nel secondo.

In molti studi le spugne da cucina sono risultate gli oggetti più “sporchi” di casa: una spugna da cucina sarebbe 100.000 volte più sporca di una tavoletta del wc e uno strofinaccio lo sarebbe 10.000 volte di più.

Ultimi Articoli

Top News

Sanità privata, Aiop ratifica la pre-intesa per il rinnovo del contratto

25 Settembre 2020 0
ROMA (ITALPRESS) – Aiop ha dato il via libera alla ratifica della pre-intesa per il rinnovo del contratto del personale non medico della sanità privata.“Oggi è stata scritta una pagina storica per la Sanità italiana. Finalmente le lavoratrici e i lavoratori della componente di diritto privato si vedono riconosciuti gli stessi diritti di quelli della […]

[…]

Top News

Coronavirus, continua l’aumento dei nuovi casi

25 Settembre 2020 0
ROMA (ITALPRESS) – Aumentano ancora i casi di coronavirus in Italia. Sono 1.912 i nuovi contagi registrati nelle ultime 24 ore, e 20 i decessi che portano il totale delle vittime a 35.801. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 107.269tamponi, per un totale di 10.894.963 da inizio emergenza. E’ quanto si legge nel bollettino […]

[…]

Top News

Ganna conquista l’oro mondiale nella prova a cronometro di Imola2020

25 Settembre 2020 0
IMOLA (ITALPRESS) – Filippo Ganna ha vinto la prova a cronometro riservata agli Elite ai Mondiali di ciclismo di Imola2020. Coprendo la distanza di 31,7 chilometri, su un percorso con partenza e arrivo all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola, in 35’54”, il 24enne corridore piemontese della Ineos Grenadiers ha preceduto di 27″ il belga […]

[…]

Attualità

Avellino, acquisto alloggi è situazione pasticciata: la denuncia

25 Settembre 2020 0

“Nonostante i suoi sforzi e le sue rassicurazioni, il sindacoGianluca Festa non riesce proprio a convincere quandoribadisce che la volontà di procedere all’acquisto di abitazioniprivate da utilizzare come alloggi popolari è mossa soltantodall’intenzione di “garantire […]