Matrimonio italiano con cittadino straniero, quali documenti tradurre?

Quali documenti è necessario tradurre?

E per quali di questi è richiesta una traduzione giurata?

I documenti solitamente richiesti dai comuni italiani per un matrimonio tra un cittadino italiano e uno straniero sono i seguenti:

  • documento di identità in corso di validità;
  • certificato di nascita autenticato dall’Ambasciata del Paese di provenienza;
  • nulla-osta rilasciato dal Consolato o dall’Ambasciata;
  • autocertificazione di stato libero e residenza;
  • richiesta consegnata all’Ufficiale di Stato civile presso il Comune della città in cui i due si sposeranno o al parroco che celebrerà il matrimonio (in questo caso, entrambi gli sposi saranno della stessa religione, cattolica).

Supponiamo che un cittadino italiano, residente ad Avellino, voglia sposarsi con la sua compagna originaria del Brasile.

I due si recano al comune per consegnare i vari documenti richiesti, che dovranno essere tutti in lingua italiana.

Quindi, i documenti della futura sposa dovranno essere tradotti da un professionista che andrà a “giurare” il documento da presentare presso l’istituzione preposta.

La traduzione giurata e l’asseverazione dei documenti con valore legale.

Per essere valido in Italia, un documento straniero deve prima di tutto essere apostillato dal paese di emissione (l’apostille conferma la validità della firma del funzionario, anche nei paesi esteri).

Il documento richiede poi una traduzione giurata redatta da un’azienda di traduzioni professionali e presentata al cancelliere (per l’asseverazione), applicando le marche da bollo necessarie.

Il traduttore incaricato, iscritto all’albo dei CTU del Tribunale, pronuncia il giuramento firmando il documento di fronte al cancelliere, assumendosi la responsabilità dell’esatta traduzione del documento.

Se i documenti sono già tradotti, non è necessario eseguire una nuova traduzione.

Tuttavia l’agenzia di traduzioni professionali che supporterà il cliente – per l’asseverazione e legalizzazione dei documenti in Italia – eseguirà un controllo della traduzione prima di procedere al giuramento, poiché se ne assumerà ovviamente la responsabilità.

Ultimi Articoli

TG News

Tg News – 18/10/2021

18 Ottobre 2021 0

In questa edizione: – No Green Pass: continuano le manifestazioni di protesta nei porti e nelle città – Ballottaggi: in calo l’affluenza alle urne nel primo giorno – Covid 19: oltre 2300 casi in 24 […]

Top News

Nuovo accordo Confindustria-Intesa Sanpaolo, 150 mln per la crescita

18 Ottobre 2021 0
MILANO (ITALPRESS) – Carlo Bonomi, presidente di Confindustria e Carlo Messina, consigliere delegato e Ceo di Intesa Sanpaolo, hanno firmato il nuovo Accordo per la crescita delle imprese italiane.Il nuovo percorso congiunto “Competitività, Innovazione, Sostenibilità” metterà a disposizione delle imprese italiane 150 miliardi di euro per promuovere l’evoluzione del sistema produttivo su questi tre driver […]

[…]

Top News

Mattarella “Addolora la violenza che ostacola la ripresa”

18 Ottobre 2021 0
PISA (ITALPRESS) – “Sorprende e addolora che proprio oggi vediamo una ripresa, e non quando vi erano momenti con l’orizzonte oscuro, quando si temeva il crollo del Paese, proprio adesso esplodono fenomeni, iniziative e atti di violenza e di aggressiva contestazione. Quasi a volere ostacolare la ripresa che il Paese sta vivendo e che deve […]

[…]

Top News

McDonald’s con Ghali per raccontare come cambia il Big Mac

18 Ottobre 2021 0
MILANO (ITALPRESS) – McDonald’s lancia il nuovo modo di preparare i panini, e con l’occasione annuncia una nuova collaborazione con Ghali, uno dei volti italiani testimoni dei valori dello stare insieme, dell’inclusione e della multiculturalità.Quella con Ghali si inserisce nella scia delle collaborazioni internazionali portate avanti da McDonald’s in altri Paesi con artisti come Travis […]

[…]

Top News

Dal Pino “Stato non ha a cuore calcio, daspo a vita ai razzisti”

18 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – E’ una ferita aperta, anche se ancora in tempo per essere guarita. “E’ difficile comprendere come uno stato non abbia a cuore settore che ha versato oltre 14 miliardi di contribuzioni”. Paolo Dal Pino, presidente della Lega Serie A e vice-presidente vicario della Figc, non nasconde la delusione cocente per il decreto […]

[…]