Manutenzione dell’auto: come scegliere e sostituire il filtro dell’aria

Filtro dell'aria

Inizialmente il filtro dell’aria potrebbe non sembrare la parte più importante dell’auto, ma in realtà non è così. Infatti, il filtro dell’aria è il meccanismo che permette all’auto di respirare, poiché è l’aria che entra nel motore a passare attraverso di esso. La longevità e le prestazioni del motore, quindi, dipendono dal filtro dell’aria e il motore è chiaramente la parte più importante dell’auto.

I filtri dell’aria del motore hanno design e standard diversi. Variano per forma, dimensioni e materiale con cui sono realizzati. Fondamentalmente, tutti i filtri dell’aria si dividono in base al principio di funzionamento, al modo in cui catturano le particelle e al numero di stadi di purificazione.

I filtri possono essere classificati in base a diverse caratteristiche, ad esempio in base al metodo di pulizia utilizzato, come già detto, si dividono in filtri a olio e filtri porosi. Ma esistono anche altre classificazioni:
● in base al tipo di elemento filtrante – può essere un’imbottitura d’olio, un panno asciutto, una carta filtrante o una spugna espansa;
● in base alla forma – cilindrica, piatta, conica, ad anello;
● per grado di depurazione – fine o grossolano;
● in base all’applicabilità – uso generale, sport, filtri per attrezzature speciali e militari.

Filtro dell'aria

Illustrazione dei filtri dell’aria con pezzidiricambio24.it

Lo scopo del filtro dell’aria richiede la sua frequente sostituzione. Per questo motivo, il filtro dell’auto è montato in una posizione facilmente accessibile, in modo da poter effettuare la sostituzione con il minimo dispendio di tempo e di energie.

Non è possibile stabilire con esattezza quando il filtro dell’aria debba essere sostituito. Si tratta di un indicatore individuale che dipende da una serie di fattori. Il primo criterio è rappresentato dalle raccomandazioni del costruttore, che definiscono l’intervallo di manutenzione e indicano quando sostituire un determinato materiale di consumo. A seconda dell’auto, dell’anno di produzione e delle caratteristiche tecniche, l’intervallo medio tra le sostituzioni del filtro dell’aria è di 20-30 mila km. Alcuni lo cambiano ogni 10 mila km, altri possono tranquillamente resistere per 40 mila km.

Si dovrebbe prendere in considerazione la sostituzione della cartuccia del filtro se si notano:
● il consumo di carburante aumenta;
● le prestazioni del veicolo sono diminuite;
● è presente un elevato livello di anidride carbonica nei gas di scarico;
● la potenza del motore è ridotta.

In teoria, il filtro può essere soffiato con aria compressa in direzione opposta al normale flusso d’aria. Tuttavia, la struttura della carta è tale che solo una piccola percentuale di polvere può essere rimossa dai pori in questo modo, e l’aumento della potenza del compressore danneggia la cortina del filtro.

La procedura di sostituzione del filtro dell’aria è la seguente:

È necessario aprire il cofano e individuare la posizione del filtro dell’aria nel vano sotto scocca. È meglio scoprire in anticipo dove si trova con l’aiuto della documentazione tecnica dell’auto o sui siti web specializzati in auto su internet. Di solito il filtro è installato sul lato del sedile anteriore del passeggero.

Il filtro è contenuto in una scatola di plastica; quando si trova la scatola con il filtro, è necessario pulirla dalla sporcizia – con un panno umido; dopo di che si può iniziare a svitare il coperchio, che è fissato con alcuni bulloni – di solito 2 o 4.

Per il fissaggio possono essere utilizzate anche delle clip di plastica, se disponibili, che devono essere allentate; successivamente, è necessario rimuovere il vecchio filtro e installarne uno nuovo al suo posto, per poi riavviare il coperchio.

SPOT