L’Irpinia e la Pasqua: i piatti tipici della grande abbuffata

A partire dall’antipasto per arrivare al dolce, la Pasqua irpina è ricca di sapori e di prelibatezze gastronomiche tradizionali.

Tra pranzi in famiglia e allegre scampagnate, il territorio della provincia di Avellino può vantare un ricco ventaglio di piatti che allietano ogni anno la festività primaverile.

Cosa non può mai mancare sulle tavole irpine in occasione della Pasqua?

A partire dall’antipasto, uovo sodo e soppressata, rigorosamente locale, che nel periodo pasquale raggiunge il grado ottimale di stagionatura; ma anche carciofi imbottiti con pane sminuzzato grossolanamente, tocchetti del gambo stesso del carciofo, aglio, olio, prezzemolo e parmigiano grattugiato.

A seguire, le regine delle feste di Pasqua avellinesi: la pizza chiena e la pizza con l’erba.

Entrambe di origine povera contadina, sono oggi le protagoniste delle scene e sono le bontà rustiche irrinunciabili.

La prima è una pizza che deve il suo appellativo “chiena” al fatto che fosse riempita con “di tutto un po’”, ovvero tutti gli scarti ne facevano parte.

Per quanto riguarda la sua farcitura, essa è comunque quasi sempre fatta di uova sode, ricotta, soppressata, pancetta, ricotta e pepe, mentre la pasta è fatta con un impasto simile a quello del pane dello spessore di un dito circa.

La pizza con l’erba, invece, segue un po’ di più la stagionalità dei suoi prodotti, essendo fatta di ben quattro diverse varietà di verdure: scarola, borragine, cardi e cerfogli.

Questo mix, dopo la bollitura, viene soffritto in olio extravergine di oliva insieme ad acciughe, capperi, pinoli e uva sultanina.

Molto diffuso è anche il casatiello che, nonostante la sua origine partenopea, viene apprezzato e preparato un po’ in tutta la regione. Esso si ottiene riempiendo la pasta lievitata di formaggio e salumi e cotta in forno con tanto di uova intere con guscio sulla superficie.

3

In molti casi il primo piatto viene saltato ma, per chi non può fare a meno di mangiare la pasta, la cucina irpina potrebbe prevedere una pasta al forno, magari un fusillo avellinese (la comodità di un timballo di pasta è soprattutto quella di poter essere facilmente trasportato da chi decide di fare la tipica scampagnata di Pasquetta).

Il secondo tipico della Pasqua, poi, è la carne alla brace, agnello ma non solo, il tutto innaffiato dall’ottimo vino Aglianico o Taurasi locali.

Per concludere in bellezza un tipico e lauto pranzo pasquale irpino, c’è la torta di grano che, nonostante il nome non lo faccia evincere, è un’altra portata molto ricca: si ottiene infatti mettendo insieme al grano, uova, ricotta, zucchero, aromi e frutta candita.

E ancora la pigna pasquale, che in alcune zone viene decorata con uova, mentre in altre con del naspro e dei confetti colorati.

Ultimi Articoli

Top News

Coronavirus, prosegue il confronto Governo-Regioni sui parametri

19 Novembre 2020 0
ROMA (ITALPRESS) – “Una riunione proficua”. Così il vicepresidente della Conferenza delle Regioni, Giovanni Toti (presidente della Liguria) ha commentato l’esito del confronto odierno con i ministri della Salute Roberto Speranza e degli Affari Regionali Francesco Boccia. Prosegue infatti il dialogo Governo-Regioni sulla verifica dei parametri che sono alla base della classificazione per fasce delle […]

[…]

Top News

Il futuro dell’auto elettrica passa dalle colonnine ad alta potenza

19 Novembre 2020 0
MILANO (ITALPRESS) – “Volkswagen ha annunciato che entro il 2050 vuole arrivare a essere carbon neutral, quindi a bilancio zero nella produzione di CO2. Questo vuol dire, che dal 2040 non venderemo più vetture con motore a combustione interna. Per arrivarci, dobbiamo prepararci, e ci sono molte cose da fare dal punto di vista industriale […]

[…]

Top News

Cariplo e Intesa sostengono il Terzo Settore in difficoltà

19 Novembre 2020 0
MILANO (ITALPRESS) – Nel corso dell’evento “Non Profit e accesso al credito”, è stata presentata l’iniziativa “Sostegno al Terzo Settore”. Un’operazione finanziaria molto innovativa, promossa da Fondazione Cariplo, Intesa Sanpaolo, CSVnet Lombardia, Fondazione ONC, Cooperfidi Italia, Fondazione Peppino Vismara e Fondazione Social Venture Giordano Dell’Amore, che permette l’erogazione di €30MLN di finanziamenti agevolati, sulla base […]

[…]

Top News

Federmanager, sostenibilità strategica per la competitività del Paese

19 Novembre 2020 0
MILANO (ITALPRESS) – Per 2 manager su 3 la certificazione della sostenibilità è la chiave ai fini reputazionali, per essere competitivi, con un conseguente aumento dei profitti e una maggiore attrattività nei confronti della clientela e per l’eccesso ai finanziamenti. Uno su due ritiene che sia una sfida di sistema da vincere tutti insieme, mentre […]

[…]

Top News

Elena Sofia Ricci è Montalcini “Spero sia esempio per ragazzi”

19 Novembre 2020 0
ROMA (ITALPRESS) – Una donna protesa verso i giovani e, insieme, una donna divertente e appassionata del suo lavoro. Questa è, per Elena Sofia Ricci, Rita Levi Montalcini, la scienziata – premio Nobel nel 1986 – cui dà il volto nel film a lei dedicato, in onda su Raiuno giovedì 26 novembre in prima serata. […]

[…]