Comprare l’auto nuova: periodo migliore ed errori da non fare

Quando arriva il momento di cambiare macchina molto spesso si chiude un ciclo e inizia un periodo nuovo e diverso della propria vita. Magari perché la famiglia si è allargata, oppure perché sono cambiate le necessità legate agli spostamenti di lavoro.

Fatto sta che orientarsi tra colori, motori e accessori – sia che si scelga un’auto nuova oppure una vettura usata – non è sempre facile.

Occorre tenere presente innanzitutto il fattore tempo: la macchina che compreremo dovrà rimanere con noi per almeno 5-7 anni (in media, anche a seconda dell’utilizzo che se ne fa e dei livelli di usura).

Si tratta di un investimento importante, che non può essere preso troppo alla leggera: andrà a influire sulla nostra liquidità, ecco perché la cosa principale è riuscire a strappare un prezzo conveniente in concessionaria.

E’ possibile indicare certi giorni del mese o certi mesi dell’anno durante i quali le cifre sono più basse o comunque flessibili.

Bisogna sempre partire con un budget indicativo in mente, che tenga conto anche di eventuali spese extra per determinati accessori ai quali ci piacerebbe non rinunciare.

Potrebbe essere necessario andare a intaccare il gruzzolo di risparmi messo con fatica da parte ma anche la cessione del quinto è una valida alternativa per raggiungere l’obiettivo.

Questo perché trattandosi di un prestito non finalizzato, specificare il modo in cui verranno utilizzati i soldi non è necessario.

Riuscire a leggere tra le righe di promozioni e annunci pubblicitari invitanti risulterà piuttosto utile: capire quando sia il momento migliore per recarsi in concessionaria è insomma l’Abc del risparmio.

Ecco l’agenda di giorni e mesi perfetti per l’acquisto.

I venditori di automobili hanno un’agenda molto fitta di scadenze: sono tenuti infatti a presentare ciclicamente – ogni anno – i bilanci e i propri risultati operativi.

3

Questo implica che ci saranno certi mesi dell’anno durante i quali la spinta alle promozioni sui vari modelli nel salone sarà effettuata con più enfasi, in modo da chiudere più contratti possibile e raggiungere gli obiettivi stabiliti.

In genere l’estate non rappresenta un periodo ‘di grido’ per le vendite e accade che i rivenditori lavorino con ritmi molto bassi.

Questo è dovuto anche al fatto che gli italiani – si sa – destinano i loro risparmi alle pianificazione delle ferie perfette. L’autunno, col rientro dalle vacanze, è infatti un periodo molto più interessante per decidere di cambiare macchina: si tratta di una stagione nel corso della quale tradizionalmente sono presenti molte offerte.

E un altro mese piuttosto interessante è poi dicembre, quando arriva il
‘treno’ delle festività natalizie e la frenesia d’acquisto sale.

Anche per le concessionarie la fine dell’anno si avvicina e occorre chiudere i bilanci (meglio se inserendo una serie più o meno lunga di vendite ‘last minute’, anche se a prezzi ribassati, per centrare le previsioni annuali).

Questo per quanto riguarda i periodi migliori, ma esistono anche certi giorni del mese che possono risultare buoni per completare l’acquisto. Sono in genere gli ultimi due, poiché la concessionaria pianifica mese per mese gli obiettivi di business: se questi ultimi dovessero risultare lontani, il rivenditore potrebbe essere propenso a sconti extra.

Ultimi Articoli