Montoro Superiore, consiglio comunale diviso

Montoro Superiore, consiglio comunale diviso
Il duro scontro tra i banchi dell’opposizione che ha visto protagonisti i consiglieri del gruppo Noi per Montoro, Raffaele D’Amato e Oscar Giannattasio ha confermato tutte le indiscrezioni della vigilia che davano per agitate le acque all’interno dell’assise municipale. È bastato l’intervento del pr…

Montoro Superiore, consiglio comunale diviso

Il duro scontro tra i banchi dell’opposizione che ha visto protagonisti i consiglieri del gruppo Noi per Montoro, Raffaele D’Amato e Oscar Giannattasio ha confermato tutte le indiscrezioni della vigilia che davano per agitate le acque all’interno dell’assise municipale. È bastato l’intervento del presidente del Consiglio comunale, Sabatino Del Regno, che ha semplicemente ripercorso le tappe della rottura all’interno del gruppo, per far scoppiare il putiferio. Il reciproco scambio di accuse tra i due consiglieri di minoranza ha finito per coinvolgere anche il primo cittadino, Francesco De Giovanni, e il capogruppo di maggioranza, Consolato Bruno, chiamati in causa per sostenere le ragioni dell’uno piuttosto che dell’altro. Il ricorso al Prefetto è apparsa l’unica strada utile per evitare di creare una frattura ancor più netta all’interno di un Consiglio comunale che, a distanza di sei mesi dal voto, non appare identico a quello uscito dalle urne, e il caso non è solo quello del capogruppo di Noi per Montoro. Se nella minoranza i nodi sono venuti già al pettine, nella maggioranza le cose sono in “gran fermento”. La costituzione del gruppo dell’Unione di Centro e la prossima costituzione del gruppo del Popolo delle libertà sono i segnali, evidenti, del civismo che sta per sgretolarsi. Dopo le prime indiscrezioni non c’è stata una sola nota che abbia contribuito a serrare le fila, anzi, all’Udc sta per fare seguito il Popolo delle libertà che conta sulla presenza in aula di Angelo Salese. Anche gli interventi del primo cittadino, Francesco De Giovanni, non hanno sfiorato la questione politica che è emersa in questi mesi. De Giovanni appare orientato a conservare la veste civica della sua amministrazione, anche rispetto alle novità che hanno riguardato i consiglieri della sua maggioranza.

Ultimi Articoli

Attualità

Un ulivo per Chiara, vittima del Covid a 17 anni

3 Dicembre 2021 0

A distanza di un anno dalla scomparsa di Chiara Vittoria, la più giovane vittima del Covid-19 in Irpinia, i genitori della 17enne di Avella ricorderanno la cara figlia piantando un ulivo nell’aiuola di fronte al […]