Mariconda (Noi Sud): “La verità e sotto gli occhi di tutti”

Mariconda (Noi Sud): “La verità e sotto gli occhi di tutti”
Negli ultimi tempi assistiamo, con grande stupore, alla glorificazione e all’ autocelebrazione da parte del sindaco e dei  componenti della maggioranza, del proprio operato. Come mio dovere di consigliere comunale e per dovere del gruppo che rappresento NOI SUD è bene che si faccia chiarezza  e che…

Mariconda (Noi Sud): “La verità e sotto gli occhi di tutti”

Negli ultimi tempi assistiamo, con grande stupore, alla glorificazione e all’ autocelebrazione da parte del sindaco e dei  componenti della maggioranza, del proprio operato. Come mio dovere di consigliere comunale e per dovere del gruppo che rappresento NOI SUD è bene che si faccia chiarezza  e che soprattutto si squarci questo velo di ipocrisia che avvolge tutto e tutti. La verità e sotto gli occhi di tutti.
1.più tasse per tutti, unico paese dove ancora si paga l’ICI; ( ma non era stato abolito?) 2.aumento della TARSU, (ma con la differenziata non dovevamo risparmiare?) 3.Installazione di antenne telefoniche enormi ovunque in paese e in località Pescarole. 4.Il P.U.C.(PIANO URBANISTICO COMUNALE) ?! Questo sconosciuto! Ma non era Pronto? 5.Nessuna attenzione per i ceti colpiti dalla crisi economica 6.( l’aliquota sulle addizionali comunali rimane la più alta il 0.8%) 7.La totale assenza di controllo del territorio, lo scempio ambientale è sotto gli occhi di tutti. 8.I nostri figli senza un edificio scolastico, degno di questo nome. 9.Promesse di lavoro ed incentivi per i nostri giovani diplomati e laureati (flusso migratorio al nord ed all’estero) quanti posti di lavoro sono stati creati? 10.Il Parco Faunistico dopo quattro anni di amministrazione ancora in una fase di degrado( a quando la messa in sicurezza?). 11.il segratariato sociale (inefficiente e  sconosciuto) 12.gli artigiani, a tutt’oggi aspettano ancora la possibilità di delocalizzarsi, altro che PIP industriale.
Se queste vi sembrano questioni “speciose ” o di poco conto vi preghiamo di affidarci seriamente la delega ad occuparcene, ed inoltre vi preghiamo, visti i risultati, di non occuparvi più nell’interesse generale di SERINO.
Pellegrino Mariconda, Coordinatore Serinese di NOI SUD, nel prendere atto del trionfalismo con il quale il Sindaco ha annunciato l’assegnazione ad alcune aziende dell’area PIP, fa notare al primo cittadino che, quella del PIP, è una iniziativa che non gli appartiene dal momento che è stata intrapresa dalla precedente amministrazione. Avendo io stesso con tutto il gruppo consiliare “Patto per Serino” partecipato attivamente alla stesura del regolamento e quant’altro, però, prendiamo atto che, dopo essere stato per un anno “perseguitato da personaggi politici, che oggi gli consentono di stare sulla sedia del suo gabinetto”, l’imprenditore Gaetano De Feo, nelle vesti di sindaco, si è finalmente deciso ad investire nella sua Serino. In passato “la persecuzione all’imprenditore De Feo”, divenne motivo di scontro e di sfiducia all’ex sindaco Armando Ingino. Da qui la decisione dello stesso De Feo, “che Pellecchia e Rocco Federico volevano punire per aver loro fatto perdere le precedenti elezioni”, di scendere in campo. In ogni caso prima di esultare, attendiamo il riscontro dei fatti. Come consiglieri di NOI SUD, eletti in maggioranza ma relegati all’opposizione per far posto agli “ex persecutori di De Feo”, svolgeremo il ruolo di controllo in tutte le forme: dal rispetto del regolamento, al modo in cui sono stati assegnati i lotti, agli ingegneri che ne beneficeranno, all’applicazione degli impegni assunti per le assunzioni. Ma non solo, essendo alle porte la campagna elettorale per le regionali e comprendendo bene che “qualcuno ha un prezzo da pagare per il ruolo che svolge”, vaglieremo con attenzione dove saranno indirizzate le preferenze di questa “brillante operazione pre-elettorale”. Chi ne trarrà beneficio: il gruppo Pd che sostiene un sindaco Demitiano o l’Udc che, nella sola Serino riesce a stare a galla grazie al Pd?

Ultimi Articoli

Attualità

Un ulivo per Chiara, vittima del Covid a 17 anni

3 Dicembre 2021 0

A distanza di un anno dalla scomparsa di Chiara Vittoria, la più giovane vittima del Covid-19 in Irpinia, i genitori della 17enne di Avella ricorderanno la cara figlia piantando un ulivo nell’aiuola di fronte al […]