Lavori scuola di Ribottoli, De Luca: bisognava attivarsi prima

Lavori scuola di Ribottoli, De Luca: bisognava attivarsi prima
“Presso la scuola elementare di Ribottoli di Serino, dovranno iniziare dei lavori di ristrutturazione per la sistemazione del plesso. L’amministrazione comunale ha deciso di far iniziare i lavori durante le attività didattiche”. E’ quanto fa sapere in una nota, il presidete del Comitato Pro Serino, …

Lavori scuola di Ribottoli, De Luca: bisognava attivarsi prima

“Presso la scuola elementare di Ribottoli di Serino, dovranno iniziare dei lavori di ristrutturazione per la sistemazione del plesso. L’amministrazione comunale ha deciso di far iniziare i lavori durante le attività didattiche”. E’ quanto fa sapere in una nota, il presidete del Comitato Pro Serino, Abele De Luca. “I bambini – prosegue De Luca – dovranno seguire le lezioni presso la scuola elementare di Sala, grazie all’attivazione di turni pomeridiani. Se questo sacrificio si limitasse a pochi giorni è un sacrificio affrontabile affinchè si creino le condizioni per una maggiore sicurezza scolastica. Si è anche prospettata la possibilità di poter fare scuola presso l’oratorio di Ribottoli, senza creare enormi disagi, sia ai bambini che ai genitori. Idea questa apprezzabilissima. Da una riunione fatta sabato scorso, è emersa la volontà positiva di poter percorrere questa strada. Il punto è che, ma i nostri politici lo dovrebbero sapere bene, finchè non vi sono, a monte, i dovuti certificati sottoscritti da professionisti competenti, quali quello di agibilità statica, igienico-sanitario, prevenzione incendi e di sicurezza, così come prescrive la normativa vigente in merito alle attività scolastiche gestite da una scuola pubblica, non è pensabile operare in locali che non siano quelli già destinati a tali attività. Per dirla più chiaramente, è inutile pensare di scaricare il problema sul nostro parroco Don Marcello, il quale, pur dando disponibilità del locale, ha richiesto preventivamente tutte le certificazioni del caso. Ma ciò non potrà mai avvenire in tempo utile visto che già da mercoledì pomeriggio i bambini dovranno traslocare in altra scuola. Inoltre, immaginate che un bambino, non voglia mai Iddio, un’insegnante o un operatore scolastico resti ferito anche per una semplice caduta dalle scale o non si riuscisse in tempo utile a prevenire un incendio. Ma chi pensate che la magistratura ordinaria iscriva per primi nel registro degli indagati? Non certo il politico mediatore, ma sicuramente la Dirigente Scolastica e il Parroco di Ribottoli! Ritengo invece che, chi doveva gestire il problema dell’interruzione delle attività didattiche, si sarebbe dovuto attivare molto tempo prima visto che questi lavori, a dir loro, erano in calendario già da tempo. Pertanto, sperando che questi disagi si limitino al periodo pre-natalizio, a titolo personale esprimo piena solidarietà a don Marcello per come si è comportato, ritenendo che senza una chiara documentazione formale (che va dalla semplice richiesta per l’utilizzo dei locali dell’oratorio alla responsabilità di dichiarare che gli stessi sono idonei ad ospitare tutta la scolaresca di Ribottoli) non bisogna avere fiducia delle semplici parole del politico di turno. Verba volant, scripta manent”.

Ultimi Articoli

Attualità

Un ulivo per Chiara, vittima del Covid a 17 anni

3 Dicembre 2021 0

A distanza di un anno dalla scomparsa di Chiara Vittoria, la più giovane vittima del Covid-19 in Irpinia, i genitori della 17enne di Avella ricorderanno la cara figlia piantando un ulivo nell’aiuola di fronte al […]