Il comitato Pro Serino consegna relazione bonifica Matrunolo

Il comitato Pro Serino consegna relazione bonifica Matrunolo
A seguito dell’incontro tenutosi col Sindaco Gaetano De Feo, il Comitato Pro Serino ha consegnato la concordata relazione tecnica per la bonifica del sito d’importanza comunitaria Matrunolo e Alta Valle del Fiume Sabato, in cui si evidenziano in modo dettagliato gli elementi determinanti per poter a…

Il comitato Pro Serino consegna relazione bonifica Matrunolo

A seguito dell’incontro tenutosi col Sindaco Gaetano De Feo, il Comitato Pro Serino ha consegnato la concordata relazione tecnica per la bonifica del sito d’importanza comunitaria Matrunolo e Alta Valle del Fiume Sabato, in cui si evidenziano in modo dettagliato gli elementi determinanti per poter accedere ai FONDI COMUNITARI attraverso un impegno progettuale da parte del responsabile all’ecologia dr. Antonio Petti e dell’UTC Gaspare Grimaldi. In modo particolare il Presidente del Comitato Pro Serino Abele De Luca ha evidenziato l’ASSE 1 – Sostenibilità ambientale ed attrattività culturale e turistica – quale strumento necessario di riferimento per i fondi POR 2007-2013 al fine di richiedere la necessaria copertura finanziaria per la bonifica del sito citato. Abele De Luca sottolinea come il Comitato Pro Serino non si rivolge ai rappresentanti politici di riferimento territoriale – deputati nazionali o eurodeputati – per ottenere “piaceri” per i singoli iscritti ma per il bene del nostro paese. D’altro canto sottolinea come i citati politici siano in debito con noi serinesi per il fatto di averli sempre ripagati con carrellate di voti ed è per questo che è anche giunta l’ora di ricambiare impegnandosi politicamente in una lotta per la pulizia non solo del Vallone Matrunolo ma anche di tutta Serino, che vive purtroppo una fase storica di degrado ambientale accompagnato da una incapacità progettuale nel dare risposte concrete. Intanto ci si può impegnare per una videosorveglianza di alcune zone come Ferrari in loc. Satrano, via Terminio, loc. Maggese, loc. Civita, il loc. Convento e in tutti quegli angoli dove i rifiuti ci sono e lì permangono. E’ anche giusto illuminare strade poco urbanizzate come in loc. Laurano e Cerreto-Boschetto ma è altrettanto corretto prevedere o reperire fondi per la pulizia delle stesse: la luce non è l’unico deterrente per i malfattori! Infine De Luca risponde a qualche consigliere comunale che si scandalizza se il Comitato Pro Serino si attiva per il territorio: “non è colpa nostra se non si capisce la distinzione tra fondi europei e fondi comunali, se non si leggono con attenzione le documentazioni presentate e non si è costruttivi per il bene di Serino”. Intanto per il giorno 26 settembre p.v. il Comitato Pro Serino ha organizzato una seconda giornata ecologica, che si terrà in loc. Satrano e in loc. Cerasole per il ritiro di 3 carcasse di auto depositate in un torrente: il Comitato pone i problemi e ove è possibile li risolve. Per tale occasione invitiamo formalmente anche il delegato all’ambiente Donato Di Zenzo per dare un esempio di educazione ambientale ai bambini della Scuola Media “F. Solimena” che parteciperanno alla manifestazione.

Ultimi Articoli

Attualità

Un ulivo per Chiara, vittima del Covid a 17 anni

3 Dicembre 2021 0

A distanza di un anno dalla scomparsa di Chiara Vittoria, la più giovane vittima del Covid-19 in Irpinia, i genitori della 17enne di Avella ricorderanno la cara figlia piantando un ulivo nell’aiuola di fronte al […]