L’UdS di Avellino aderisce allo sciopero generale della Cgil

AVELLINO – “Anche l’Uds in piazza con la Cgil. Infatti l’attacco neoliberista che sta colpendo il mondo del lavoro è molto simile a quello che si sta portando avanti contro il mondo della formazione. Il modello Marchionne vuole entrare nelle scuole tramite il pdl Aprea, riforma che “dovrebbe garantire l’autonomia scolastica” ma, come nel caso della riforma del lavoro, mira soltanto a ledere i diritti conquistati in anni di lotte e a liberalizzare il mercato più sfrenato”. E’ quanto sostiene Luca Cioffi, responsabile dell’organizzazione provinciale dell’UdS di Avellino.
“Allo stesso modo, – prosegue – con l’abolizione del valore legale del titolo di studio, aumenterebbe la competizione fra gli atenei, rendendo la formazione non più un valore centrale, ma una merce da vendere. Ma quello che ci porta in piazza non è solo l’affinità ideologica dei diversi attacchi, ma il sentire come nostri i disagi dei lavoratori e l’avvertire sulla nostra pelle un futuro sempre più precario. Sentiamo la necessità di ricompattare un nuovo fronte di opposizione sociale, che porti in piazza un alternativa alla liberalizzazione del mercato, basata sui diritti e sullo stato sociale”.

Ultimi Articoli

Calcio Avellino

Avellino concentrato con le ‘piccole’ per la rincorsa

8 Dicembre 2021 0

di Dino Manganiello Adesso è necessario capovolgere quanto fatto finora. Perché dopo aver sottolineato le buonissime prestazioni dell’Avellino contro le migliori dell’attuale classifica, c’è da ricordare, anche se è doloroso, che i biancoverdi hanno perso […]

Cultura ed Eventi

Esiste l’inquilino sicuro: ecco chi è

8 Dicembre 2021 0

Esiste l’inquilino sicuro? Ossia quell’inquilino che non crea problemi di morosità e che garantisce nella massima serenità la rendita di un immobile?Gianluca Russo, Ceo di Solo Affitti Avellino ci ha spiegato come funziona la politica del marchio Solo Affitti , […]

Attualità

A Summonte melodia antistress grazie a tiglio secolare

7 Dicembre 2021 0

Ha più di 240 anni ed è censito nello speciale elenco degli alberi monumentali d’Italia. Oltre a rappresentare da sempre uno straordinario valore estetico e paesaggistico. Ma ora diventa anche strumento “terapeutico”. Si tratta del […]