Cgil, Giugliano: “Sì a sistema territoriale di sviluppo integrato”

“Si comincia a vedere qualcosa di meno effimero, occasionale e circostanziato per quanto riguarda iniziative quale ad es. “Sentieri Mediterranei” di Summonte, pensata come leitmotiv di un marketing territoriale capace di produrre una potenzialità di sviluppo locale. Sono convinto che è stata una buona scelta e sono altresì convinto, lo vado dicendo da tempo, che va affermata la logica di un sistema territoriale di sviluppo integrato, una visione unitaria di più Comuni che hanno gli stessi interessi e lo stesso ambito, per una dimensione più efficace all’ interno del quale collocare le varie iniziative e lo stesso disegno di valorizzazione”. E’ quanto afferma Mimmo Giugliano coordinatore della Cgil Valle Caudina.
“Voglio dire che mi convincono le strategie di chi pensa per es. alla Città del Partenio e caratterizzare quindi al meglio le condizioni da rendere favorevoli per uno sviluppo generale del territorio, per una diffusione delle occasioni di crescita economica e sociale.
Il disacorso sarebbe lungo ! Come sindacato, con le istituzioni e con le Amministrazioni, all’ interno di una nostra proposta (come il patto per lo sviluppo), siamo impegnati a portare avanti le Unioni dei Comuni, per favorire un ragionamento essenziale sui servizi da dare ai cittadini e per definire insieme la predisposizione di strumenti (piani regolatori, piani commerciali, piani di insediamenti produttivi, ecc.), che non possono essere affrontati con una logica municipale singola.
Intanto, voglio esprimere apprezzamento e soddisfazione nei confronti dei Sindaci della Provincia di Avellino per quanto si sono resi sensibili rispetto al dramma sociale ed occupazionale che stiamo vivendo in modo collettivo, ma che molte famiglie e tanti cittadini
vivono con tantissima sofferenza. Mi riferisco al fatto che molti Sindaci, quest’ anno, proprio per la fase difficilissima che stiamo attraversando, hanno deciso di utilizzare, in modo alternativo, a favore di persone e famiglie con disagi, i vari contributi previsti per feste e sagre, anche se il problema delle minori risorse finanziarie a disposizione dei Comuni è un problema vero, – conclude Giugliano – sul quale la politica non sta svolgendo nessun ruolo positivo di intervento per risolvere una situazione che sta diventando sempre di più insopportabile”.

Ultimi Articoli

Attualità

Covid in Irpinia: 14 casi

6 Dicembre 2021 0

L’Azienda Sanitaria Locale comunica che, su 168 tamponi effettuati, sono risultate positive al Covid 14 persone: – 1, residente nel comune di Ariano Irpino; – 1, residente nel comune di Atripalda; – 1, residente nel […]

Baiano

In possesso di cocaina e hashish, denunciato 30enne

6 Dicembre 2021 0

Continua incessante l’opera di prevenzione e repressione in ordine al contrasto di attività illecite legate al fenomeno dell’uso e spaccio di sostanze stupefacenti. In tale contesto, un’altra attività è stata condotta dai Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile […]

Politica

Il sindaco e la sindrome De Luca

6 Dicembre 2021 0

Bisogna ammettere che il sindaco di Avellino ha ragione quando denuncia un eccesso di critica sull’operato della sua amministrazione. Dovrebbe essere evidente che i problemi della città sono tali e tanti che nessuno può ancora […]