Incontro con Martusciello, Simeone: “Evanescente per l’Irpinia”

“Non siamo delusi, perché avevamo inteso che non ci sarebbero state novità e perché non avevamo affidato a questo incontro altra carica, che quella di mera e cortese occasione per ribadire nella migliore ipotesi ancora teorie e non già concrete scelte e impegni definiti e definibili”. E’ quanto afferma il segretario provinciale della Uil di Avellino Luigi Simeone.
“Non è stata la ripartenza del “patto dello Sviluppo” come molti avevano annunciato, di cui – prosegue Simeone – si continua a non avere notizie vere e attendibili, soprattutto per i livelli di partecipazione e per le agibilità politiche dei partecipanti che restano ancora da definire viste le novità intervenute sulle carriere politiche dei vecchi protagonisti. La cosa sconcertante è che nel mentre l’intera provincia di Avellino, è sempre più interessata da processi di dismissioni e da ulteriori crisi industriali, produttive e dei servizi, ci si attarda i sterili tatticismi e sulla riproposizione di fantasmagoriche strategie di la da venire. Il presidente Caldoro ha ribadito in questi giorni che ora bisogna parlare di lavoro e di sviluppo…… è appunto di questo che avremmo voluto parlare stamani e non già di quando si terrà il tavolo al Ministero per vedere le modalità di impiego dei fondi per le aree di crisi.
Chi aveva immaginato che oggi si sarebbero tracciate linee programmatiche ed impegni esigibili è stato deluso. Noi no!! non ci avevamo creduto viste anche le originalità delle preposizioni di questi mesi. Parlare di sviluppo industriale vuol dire impegni reali da parte della Regione sui protocolli siglati per l’Alta Velocità, su Logistica, Banda Larga e offrire un apporto propositivo e nel merito delle grandi vertenze come quella della Iribus su cui la regione proprietaria di circa 1500 bus tramite la sua EAV potrebbe dire ben altro che nulla!
Riavviare il tavolo del “patto” servirà solo se ognuno farà la parte che gli spetta, perché se si dovesse correre il rischio di tentare di fare tutti la stessa parte in commedia, allora le strade dovranno necessariamente separarsi, per evitare di alimentare false aspettative e nenie non più proponibili”, conclude Simeone.

Ultimi Articoli

Cronaca

Monteforte Irpino: controlli in un cantiere edile, 9 denunce

30 Novembre 2021 0

I Carabinieri del Gruppo Forestale di Avellino hanno denunciato in stato di libertà alla locale Procura della Repubblica 9 persone, ritenute responsabili dei reati di “falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici”,“falsità ideologica […]

Attualità

Covid in Irpinia: 61 casi

30 Novembre 2021 0

L’Azienda Sanitaria Locale comunica su 840 tamponi effettuati sono risultate positive al Covid 61 persone: – 1, residente nel comune di Altavilla Irpina; – 3, residenti nel comune di Ariano Irpino; – 1, residente nel […]

Cronaca

Dramma a Sturno, poliziotto trovato morto in auto

29 Novembre 2021 0

Un uomo di 57 anni, poliziotto in servizio presso il Commissariato di Ariano Irpino, è stato trovato cadavere all’interno della sua auto nel territorio di Sturno. Ad ucciderlo un colpo pistola. Sono in corso indagini. […]

Attualità

Covid in Irpinia: 38 casi. 7 a Cervinara

29 Novembre 2021 0

L’Azienda Sanitaria Locale comunica su 797 tamponi effettuati sono risultate positive al COVID 38 persone: – 1, residente nel comune di Altavilla Irpina; – 1, residente nel comune di Ariano Irpino; – 3, residenti nel […]