Allarme cinghiali, Loffreda: “Piano approvato. Agire subito”

“Bisogna affrontare in maniera decisa il problema cinghiali perché ormai l’emergenza rischia di diventare un assurdo “bollettino di guerra”. Non basta avere un programma straordinario dell’emergenza approvato dalla Regione Campania: i piani sulla carta non servono, chiediamo azioni concrete”. Lo dichiara, in una nota, il direttore provinciale di Coldiretti Avellino, Salvatore Loffreda, che sollecita azioni immediate per dare seguito alla delibera approvata il 29 dicembre scorso dalla Giunta regi…

“Bisogna affrontare in maniera decisa il problema cinghiali perché ormai l’emergenza rischia di diventare un assurdo “bollettino di guerra”. Non basta avere un programma straordinario dell’emergenza approvato dalla Regione Campania: i piani sulla carta non servono, chiediamo azioni concrete”. Lo dichiara, in una nota, il direttore provinciale di Coldiretti Avellino, Salvatore Loffreda, che sollecita azioni immediate per dare seguito alla delibera approvata il 29 dicembre scorso dalla Giunta regionale. Il documento di indirizzo varato dalla Regione prevede la pianificazione delle attività sanitarie connesse alla gestione della fauna selvatica nelle aree protette, l’istituzione di un archivio digitale e georeferenziato dei danni arrecati dagli ungulati, piani di censimento e la riduzione dello squilibrio ecologico e dei danni conseguenti all’incremento della fauna selvatica. “Adesso che il documento esiste, i ritardi non sono più giustificati – spiega Loffreda – è necessario al più presto rendere operativo questo programma e dare finalmente il via libera ad ogni azione utile per contenere la presenza di cinghiali sul territorio irpino. Noi crediamo siano utili gli interventi stabiliti dalla Regione Campania ma non basta siano scritti su fogli di carta: e allora si dia attuazione all’archivio dei danni, ai programmi di prevenzione e controllo, all’incremento del piano sanitario sui capi abbattuti, allo sviluppo della filiera della carne e ai nuovi corsi di formazione per cacciatori. Ormai, gli agricoltori e i cittadini sono stufi di aspettare”.

Ultimi Articoli

Attualità

A Summonte melodia antistress grazie a tiglio secolare

7 Dicembre 2021 0

Ha più di 240 anni ed è censito nello speciale elenco degli alberi monumentali d’Italia. Oltre a rappresentare da sempre uno straordinario valore estetico e paesaggistico. Ma ora diventa anche strumento “terapeutico”. Si tratta del […]

Attualità

Covid in Irpinia: 50 positivi. 17 ad Avellino

7 Dicembre 2021 0

L’Azienda Sanitaria Locale comunica su 917 tamponi effettuati sono risultate positive al Covid 50 persone: – 1, residente nel comune di Aiello del Sabato; – 2, residenti nel comune di Avella; – 17, residenti nel […]

Cervinara

Evade più volte dai domiciliari, 50enne condotto in carcere

7 Dicembre 2021 0

Ristretto ai domiciliari per evasione, aveva più volte posto in essere comportamenti incompatibili con la prosecuzione della misura alternativa a cui era sottoposto. La puntuale refertazione di quanto rilevato dai Carabinieri della Stazione di Cervinara […]

Calcio Avellino

Avellino Bari : i lupi evitano nel finale la sconfitta

6 Dicembre 2021 0

Finisce in parità il monday night della diciassettesima giornata di serie C tra Avellino e Bari 1-1. In vantaggio la capolista con Antenucci al 33′ su rigore , pareggio al 83′ di Kanoutè per i lupi. IL TABELLINOMarcatori: rig. Antenucci 33′, Kanouté […]