Acque di rifinizione, decaduta l’ordinanza per la segregazione?

SOLOFRA – I conciatori puntano al superamento dell’ordinanza del commissariato di Governo per il superamento dell’emergenza Sarno che impone la segregazione delle acque di rifinizione. Il provvedimento non ha più ragion d’essere visto che è venuto meno il principio che aveva portato alla sua adozione ovverosia la vetustà dell’impianto di depurazione di via Carpisano. Proprio l’ente commissariale ha infatti portato a compimento interventi di potenziamento e di ammodernamento dell’impianto consortile. Attorno a questo principio ruoterà l’azione giudiziaria che gli imprenditori conciari stanno per attuare. Nei prossimi giorni un nuovo ricorso sarà sottoscritto per essere nuovamente sottoposto all’attenzione della giustizia amministrativa. Con il ricorso al Tar si punta al definitivo superamento del provvedimento commissariale.

Ultimi Articoli

Attualità

Un ulivo per Chiara, vittima del Covid a 17 anni

3 Dicembre 2021 0

A distanza di un anno dalla scomparsa di Chiara Vittoria, la più giovane vittima del Covid-19 in Irpinia, i genitori della 17enne di Avella ricorderanno la cara figlia piantando un ulivo nell’aiuola di fronte al […]