De Maio (Filctem Cgil): “Una nuova politica industriale per il distretto conciario”

Solofra e l’impianto di depurazione industriale finiscono nella lista dei cattivi durante un evento a Bologna promosso da Burberry per l’eliminazione delle sostanze pericolose dalla filiera. Nella cittadina conciaria non ci stanno. E chiamano in causa la Regione Campania proprietaria dell’impianto.

Sul punto Carmine De Maio della Filctem Cgil fa sentire la sua voce. “Le ultime vicende del distretto conciario solofrano – si leg avrebbero dovuto imporre una seria riflessione da parte di tutti i protagonisti del territorio, per confrontarsi durante l’ incontro fissato  il 20 marzo. Invece, ancora una volta assistiamo a dichiarazioni estemporanee al contesto reale, paventando presunti complotti come dichiarato dal presidente della commissione Ambiente che però fino ad oggi non aveva dato  nessun segnale di vita, o invocando aiuti di una politica da sempre assente nel territorio ( cosa che è stata confermata dal  voto del 4 marzo che ha bocciato tutta la classe politica ).La dichiarazione di Bruberry o di qualche altro era già nell’aria, prima o poi doveva accadere. Come Filctem Cgil da sempre siamo in campo, richiamando tutti a prestare attenzione su tutto ciò che avviene  dentro il distretto conciario ( proponendo il censimento di tutte le aziende presenti sul territorio per aver un quadro della situazione su cui poter discutere), con un focus sull’ ambiente (proponendo un patto sulla legalità in grado di arginare la concorrenza sleale e tutelare l’ambiente ), ribadendo che non è accettabile che lavoro ed ambiente non possano coesistere e che anzi il giusto equilibrio, oggi, è volano di una nuova economia”.

“Purtroppo, il velo di silenzio che tutti si sono imposti ha coperto tutto e tutti nonostante la crisi che dal 2008 ha colpito in modo pesante il distretto facendo crollare il suo fatturato  da 800.000.000 a 340.000.000 ed i volumi di acqua da depurare si sono dimezzati da 1.121.364 mc Dicembre 2008 a 602.502 mc Dicembre 2015 così come certificato dall’ ASL Avellino. La più grande difficoltà del distretto è sempre stata la mancanza di una visione e di una collaborazione comune tra i conciatori, intenti solo a guardare al proprio giardino. Soltanto attraverso una vera operazione di collaborazione tra istituzioni, conciatori e parti sociali si potranno invertire le sorti e l’immagine di questo distretto”.

Ultimi Articoli

Top News

Coronavirus, 28.337 nuovi casi e 562 vittime nelle ultime 24 ore

22 Novembre 2020 0
ROMA (ITALPRESS) – Sono 28.337 i nuovi casi di Coronavirus in Italia, su un totale di 188.747 tamponi realizzati nelle ultime 24 ore. E’ quanto emerge dal quotidiano bollettino sull’emergenza Coronavirus, diffuso dal ministero della Salute e dall’Istituto Superiore della Sanità. I morti, nelle ultime 24 ore, sono stati 562, per un totale di 49.823 […]

[…]

Top News

L’Inter ribalta il Torino, volano Sassuolo e Roma

22 Novembre 2020 0
PALERMO (ITALPRESS) – Tanti gol ma anche e soprattutto gare combattute fino ai minuti finali nell’ottava giornata del campionato di Serie A. Spettacolo a “San Siro” tra Inter e Torino. Granata avanti a pochi secondi dal termine del primo tempo con Zaza, dopo 45 minuti con pochi squilli. Nella ripresa il raddoppio del Toro con […]

[…]

Top News

Oliveira vince a Portimao su Miller e Morbidelli, Rossi 12°

22 Novembre 2020 0
PORTIMAO (PORTOGALLO) (ITALPRESS) – Miguel Oliveira, in sella alla Ktm, ha vinto il GP del Portogallo, ultima prova del motomondiale 2020. Il pilota portoghese, sulla pista di Portimao, ha dominato la gara scattando dalla pole position e precedendo, sotto la bandiera a scacchi, Jack Miller del team Ducati Pramac e Franco Morbidelli con la Yamaha […]

[…]

Top News

Prandelli debutta con una sconfitta, Fiorentina-Benevento 0-1

22 Novembre 2020 0
FIRENZE (ITALPRESS) – Il Benevento espugna l’Artemio Franchi di Firenze grazie alla sua prima rete in Serie A di Improta, conquistando tre punti fondamentali per la salvezza e dando il primo dispiacere a Cesare Prandelli nella sua seconda avventura sulla panchina viola a cinque anni di distanza dalla prima. Pessima la prestazione dei gigliati da […]

[…]