Banca di Credito Popolare, approvato il bilancio: utile oltre 8 milioni, incremento 69%

L’Assemblea Ordinaria dei Soci della Banca di Credito Popolare si è conclusa con l’approvazione – a larga maggioranza – del Bilancio dell’esercizio 2019 che chiude con un utile netto di € 8,464 milioni, con un incremento del 69% rispetto all’esercizio precedente.

L’Assemblea ha deliberato inoltre – per l’esercizio 2020 –  in € 20,62 il sovrapprezzo da versare, in aggiunta al valore nominale di € 2,58, per ogni nuova azione emessa in corso di esercizio, per complessivi € 23,20.

In merito alla nomina dei Consiglieri di Amministrazione per gli esercizi 2020-2022, ha confermato l’intero Consiglio di Amministrazione uscente per il prossimo triennio.

Infine, preso atto della preferenza indicata nella proposta motivata del Collegio Sindacale, ha conferito, per gli esercizi 2020-2028, l’incarico alla Società di revisione K.P.M.G. S.p.A. finalizzato alla revisione legale dei conti del bilancio di esercizio e gli incarichi aggiuntivi strettamente connessi all’attività di revisione contabile per il novennio 2020–2028.

In occasione del Progetto di Bilancio, la Banca ha presentato ai Soci – attraverso il sito Istituzionale – anche la Dichiarazione non Finanziaria 2019, che sintetizza le numerose azioni intraprese sul territorio e fornisce gli indirizzi in ottica “sostenibilità”, con l’obiettivo di “modellare” la strategia in funzione dei nuovi orientamenti per rispondere sempre meglio alle aspettative e ai bisogni di tutti gli stakeholder, con particolare attenzione verso Soci, Dipendenti e Clienti.

Al termine della riunione, il Presidente Mauro Ascione ha tenuto a ringraziare i Soci per la diffusa partecipazione, per il tramite del rappresentate designato, nonostante la particolare modalità di svolgimento dell’assemblea dettata da questa fase emergenziale.

Ha espresso, inoltre, profonda gratitudine al Direttore Generale Felice Delle Femine per gli ottimi risultati conseguiti e per l’impegno profuso da tutti i dipendenti della banca.

Ultimi Articoli

Top News

Mattarella “Addolora la violenza che ostacola la ripresa”

18 Ottobre 2021 0
PISA (ITALPRESS) – “Sorprende e addolora che proprio oggi vediamo una ripresa, e non quando vi erano momenti con l’orizzonte oscuro, quando si temeva il crollo del Paese, proprio adesso esplodono fenomeni, iniziative e atti di violenza e di aggressiva contestazione. Quasi a volere ostacolare la ripresa che il Paese sta vivendo e che deve […]

[…]

Top News

McDonald’s con Ghali per raccontare come cambia il Big Mac

18 Ottobre 2021 0
MILANO (ITALPRESS) – McDonald’s lancia il nuovo modo di preparare i panini, e con l’occasione annuncia una nuova collaborazione con Ghali, uno dei volti italiani testimoni dei valori dello stare insieme, dell’inclusione e della multiculturalità.Quella con Ghali si inserisce nella scia delle collaborazioni internazionali portate avanti da McDonald’s in altri Paesi con artisti come Travis […]

[…]

Top News

Dal Pino “Stato non ha a cuore calcio, daspo a vita ai razzisti”

18 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – E’ una ferita aperta, anche se ancora in tempo per essere guarita. “E’ difficile comprendere come uno stato non abbia a cuore settore che ha versato oltre 14 miliardi di contribuzioni”. Paolo Dal Pino, presidente della Lega Serie A e vice-presidente vicario della Figc, non nasconde la delusione cocente per il decreto […]

[…]

Top News

Urne aperte per i ballottaggi alle 7, affluenza in calo

18 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Si e’ fermata al 33,34% l’affluenza nel primo giorno dei ballottaggi nei 65 Comuni chiamati al voto, secondo la rilevazione delle 23 di ieri del Viminale. I seggi hanno riaperto alle 7 e si votera’ fino alle ore 15. Subito dopo avverra’ lo spoglio delle schede. L’appuntamento elettorale coinvolge circa 5 milioni […]

[…]

Top News

Green Pass, Toti “Giusto manifestare, no bloccare chi vuole lavorare”

18 Ottobre 2021 0
GENOVA (ITALPRESS) – “Ho parlato con il Ministro dell’Interno, con il prefetto e il questore di Genova oggi. Il punto è che le proteste sono assolutamente legittime, ma la maggioranza del Paese si è espressa chiaramente a favore di un’Italia che riparte. E non sarebbe tollerabile allora che i porti diventassero la frontiera ostaggio di […]

[…]