Avellino, riapre Degusta ma il piatto piange: “Pronti ad accogliervi con un sorriso”

Da questa sera – mercoledì 6 maggio – dopo due mesi riapre Degusta, l’elegante ristorante e pizzeria situato in pieno centro, ad Avellino, dietro il palazzo delle Poste centrali.
Sarà attivo il servizio da asporto, il cosiddetto “porta via” che viene chiamato “take away” da quelli che vogliono essere al passo con i tempi.

“Abbiamo deciso di riaprire in seguito alle sollecitazioni dei nostri numerosi e affezionati clienti ma ci limiteremo a offrire poche cose ma buone e fresche: la solita ottima pizza, con le sue variabili, e poi fritture all’italiana e patatine fritte”, spiega Claudio Nittolo il proprietario del locale che, con la consueta franchezza, aggiunge: “Inutile proporre altri piatti da asporto, tipo carni, pasta, pesce perché un conto è gustare le pietanze al tavolo del ristorante, appena uscite dalla cucina, tutt’altra cosa è mangiare quei piatti a casa. Non è solo questione di atmosfera”.

Degusta riapre rispettando rigorosamente le regole: “Il nostro personale rigorosamente indosserà mascherina e guanti in tutte le fasi di preparazione. Garantiremo il rispetto del distanziamento sociale. Per evitare attese, si potrà prenotare telefonicamente oppure in modo diretto, con accesso alla cassa e attesa dell’ordinazione all’esterno. Siamo solitamente molto veloci nella preparazione delle pizze e dei fritti, perciò l’attesa sarà di breve durata”, aggiunge ancora Nittolo.

Si prova a tornare alla normalità.

“Ci vorranno due anni per tornare alla vita di tre mesi fa. Non so quanti potranno resistere, sono molto sfiduciato e temo che molti esercenti, specialmente nel settore di bar e ristorazione, abbandoneranno le attività. Quando parlo di abbandono penso al modo in cui stiamo vivendo questa difficile fase: i nostri dipendenti sono in cassa integrazione ma non hanno percepito un centesimo. Per adesso siamo riusciti ad anticipare loro le somme per affrontare le spese correnti ma è ingiusto che ci siano situazioni del genere. Per non dire dei finanziamenti promessi attraverso le banche, ci sono intoppi burocratici che fanno desistere anche il più paziente imprenditore”.

Poi torna a pensare alla sua clientela

Dice Claudio Nittolo: “I nostri problemi sono quelli di tutti, per cui affronteremo questa parvenza di lavoro offrendo ciò che meglio sappiamo fare, ovvero prodotti buoni, genuini, accompagnati da un sorriso. Tanto per non piangere”.

Degusta Via Ammiraglio Ronca, 35Avellino
Orario di apertura 18:30 / 22:00

Ultimi Articoli

Attualità

Corriere dell’Irpini­a: in edicola l’Annuario 2021

7 Gennaio 2022 0

Domenica in edicola l’Annuario 2021 del Corriere dell’Irpini­a. Il racconto dei fatti che hanno segnato l’­anno con il commento di studiosi, giornalisti, scritt­ori, le interviste ai protagonisti del mondo della politica, della cul­tura, della società […]

Attualità

Covid in Irpinia: 151 positivi

7 Gennaio 2022 0

L’Azienda Sanitaria Locale comunica su 961 tamponi effettuati sono risultate positive al Covid 151 persone: – 1, residente nel comune di Altavilla Irpina; – 1, residente nel comune di Aquilonia; – 2, residenti nel comune […]

Cronaca

Trovato morto noto ristoratore di Monteforte Irpino

7 Gennaio 2022 0

Dramma a Monteforte Irpino dove il proprietario di un noto ristorante è stato trovato morto nella cucina dell’attività di famiglia. Sono stati i dipendenti a scoprire il corpo senza vita dell’uomo di 53 anni. A […]

Attualità

Pratola Serra, il Tar conferma lo scioglimento del comune

5 Gennaio 2022 0

Il provvedimento di scioglimento per forme d’ingerenza della criminalità organizzata del Comune di Pratola Serra, centro di meno di 4 mila abitanti alle porte di Avellino indicato come la città dei motori, “deve ritenersi pienamente […]