Teatro Gesualdo, a Pasqua e Pasquetta si ride con Carlo Buccirosso

Per il pubblico del Teatro “Carlo Gesualdo” di Avellino, Pasqua e Pasquetta saranno davvero una festa all’insegna del divertimento.

Domenica 21 e lunedì 22 aprile, sempre con inizio alle ore 21,  sul palco di Piazza Castello andrà in scena il popolare attore napoletano, Carlo Buccirosso, protagonista di uno spettacolo da lui scritto, diretto e interpretato: “Colpo di scena”.

L’appuntamento chiude il cartellone “Tradizione e Comicità” per la stagione teatrale avellinese 2018-2019.

Nell’ultimo spettacolo in programma al Teatro “Carlo Gesualdo” di Avellino, prima della lunga pausa di primavera-estate, venerdì 10 maggio (fuori abbonamento), sabato 11 e domenica 12 maggio, torna in scena Vincenzo Salemme con la commedia: “Con tutto il cuore”.

 

Ultimi Articoli

Attualità

Corriere dell’Irpini­a: in edicola l’Annuario 2021

7 Gennaio 2022 0

Domenica in edicola l’Annuario 2021 del Corriere dell’Irpini­a. Il racconto dei fatti che hanno segnato l’­anno con il commento di studiosi, giornalisti, scritt­ori, le interviste ai protagonisti del mondo della politica, della cul­tura, della società […]

Attualità

Covid in Irpinia: 151 positivi

7 Gennaio 2022 0

L’Azienda Sanitaria Locale comunica su 961 tamponi effettuati sono risultate positive al Covid 151 persone: – 1, residente nel comune di Altavilla Irpina; – 1, residente nel comune di Aquilonia; – 2, residenti nel comune […]

Cronaca

Trovato morto noto ristoratore di Monteforte Irpino

7 Gennaio 2022 0

Dramma a Monteforte Irpino dove il proprietario di un noto ristorante è stato trovato morto nella cucina dell’attività di famiglia. Sono stati i dipendenti a scoprire il corpo senza vita dell’uomo di 53 anni. A […]

Attualità

Pratola Serra, il Tar conferma lo scioglimento del comune

5 Gennaio 2022 0

Il provvedimento di scioglimento per forme d’ingerenza della criminalità organizzata del Comune di Pratola Serra, centro di meno di 4 mila abitanti alle porte di Avellino indicato come la città dei motori, “deve ritenersi pienamente […]