Violazione degli obblighi di prevenzione, assolto Clemente Fiore

Niente rinvio a giudizio per Clemente Fiore, assolto con formula piena. La decisione è arrivata questa mattina. Il giudice dell’udienza preliminare del tribunale di Avellino Dott. Fabrizio Ciccone ha rigettato la richiesta di rinvio a giudizio formulata dalla procura avellinese. Il noto pregiudicato caudino rispondeva del reato di violazione alla misura di prevenzione commesso allorquando era sorvegliato speciale nel comune di San Martino Valle Caudina.

Il difensore dello storico affiliato al clan Pagnozzi, l’avvocato Valeria Verrusio del Foro di Avellino, nel corso della sua discussione, ha sostenuto che l’imputato non avesse violato in alcun modo gli obblighi inerenti la misura di prevenzione in quanto l’unico organo legittimato ad imporre le relative prescrizioni è l’Autorità giudiziaria che ha emesso l’originario decreto di applicazione della misura.

Nel caso di specie, viceversa, la prescrizione che la pubblica accusa riteneva essere stata violata era contenuta esclusivamente nel verbale di sottoposizione agli obblighi della misura di prevenzione redatta dagli organi di polizia. La scelta difensiva si è rivelata particolarmente efficace atteso che il Gup, sposando in pieno la tesi sostenuta dal suo legale, ha assolto il Clemente disponendo di non doversi procedere oltre.

Ultimi Articoli

Attualità

Scuola: il Tar sospende l’ordinanza di De Luca

10 Gennaio 2022 0

Il Tar ha sospeso l’ordinanza con la quale la Regione Campania ha disposto la didattica a distanza fino al 29 gennaio in tutte le scuole dell’infanzia, elementari e medie del territorio per criticità legate alla […]

Attualità

Corriere dell’Irpini­a: in edicola l’Annuario 2021

7 Gennaio 2022 0

Domenica in edicola l’Annuario 2021 del Corriere dell’Irpini­a. Il racconto dei fatti che hanno segnato l’­anno con il commento di studiosi, giornalisti, scritt­ori, le interviste ai protagonisti del mondo della politica, della cul­tura, della società […]