Rissa dinanzi al municipio di Avellino, anziano malmenato da alcuni giovani

Avellino è terra di nessuno, nelle ore notturne, specialmente nelle zone della cosiddetta movida.

Gruppi di ragazzi con l’immancabile birra in mano, a sorseggiare e discutere con gli amici, frotte di persone che escono dai locali alla moda e da quelli dove con cinque euro puoi trascorrere qualche ora.

Forze dell’ordine in giro? Davvero poche, un paio di pattuglie di polizia e carabinieri per una città che il sabato sera conta migliaia di giovani, spesso in preda ai fumi dell’alcol o della droga, impegnati in discussioni che spesso degenerano in lite.

Come quanto accaduto nella notte nella centralissima Piazza del Popolo ad Avellino, dinanzi al Comune.

Una discussione tra ragazzi, un uomo sulla settantina che interviene, parole che diventano urla, spinte che si trasformano in calci e pugni.

Ad avere la peggio è stato l’anziano, poi soccorso da una ambulanza subito intervenuta sul posto e trasportato in ospedale.

Sono arrivati pure gli agenti per provare a ricostruire l’accaduto ma i giovani protagonisti della lite erano ormai andati via e quelli rimasti, ovviamente, nulla avevano vista, nulla sapevano.

E’ uno degli episodi divenuto ufficiale perchè c’è stato l’intervento dell’ambulanza e della forza pubblica ma litigi e risse se ne registrano in numero rilevante, nelle nottate avellinesi.

Come pure è in rilevante aumento lo spaccio di droga.

I posti sono conosciuti, gli spacciatori sanno dove lasciare la bustina e gli assuntori sono a conoscenza di dove rititare il materiale.

Dove? In pieno centro, Corso Europa tanto per indicare una strada, zona biblioteca e Sert, di giorno e soprattutto di notte.

3

Per chi fa uso di droga questa informazione non rappresenta una novità, forse pure per le forze dell’ordine.

 

 

Ultimi Articoli

Top News

Iss, l’epidemia resta a livelli critici

20 Novembre 2020 0
ROMA (ITALPRESS) – L’epidemia in Italia si mantiene a livelli critici sia perchè l’incidenza di nuove diagnosi resta molto elevata e ancora in aumento, sia per gravità con un significativo impatto sui servizi assistenziali. E’ quanto recita il Report settimanale sul Monitoraggio della Fase2 redatto dalla cabina di regia governo-regioni, Ministero della Salute e Istituto […]

[…]