Rimpatriato l’uomo della bicicletta: da anni infastidiva donne e collezionava condanne

L’uomo della biciletta è tornato in Patria. Dopo anni di girovagare per Avellino, con i suoi zig zag in bicicletta, con i suoi atteggiamenti spesso invadenti,  soprattutto nei confronti di donne.

Il 50enne ucraino è stato espulso dal capoluogo irpino e quindi dall’Italia.

Ce n’è voluto ma questa volta non sono bastate l’intercessione di gente che spesso si era lasciata intenerire dagli atteggiamenti volutamente remissivi attuati dall’uomo ogni volta che era in odore di provvedimenti drastici.

Gli Agenti della Divisione di Polizia Amministrativa della Questura di Avellino, hanno dato esecuzione all’espulsione dallo Stato del cittadino extracomunitario di 50 anni di nazionalità ucraina a seguito di sentenza di condanna irrevocabile pronunciata a suo carico dal Giudice di Pace di Avellino perché inottemperante all’ordine di lasciare lo Stato intimato più volte dal Questore di Avellino.

L’operazione è stata diretta dai funzionari Alessandra Calvino e Francesco Pugliese che avevano raccolto numerose istanze di cittadini

A carico del soggetto, nullafacente e con a carico precedenti di Polizia per furto ed oltraggi a Pubblico Ufficiale, aveva stabilito dimora al centro città (in uno stabile in Via Colombo).

A suo carico vi erano numerose segnalazioni da parte di condomini esasperati cittadini ed in particolare di donne poiché il soggetto era solito avvicinarle per strada ed importunarle rendendo più volte necessario l’intervento della volante.

Di recente la volante è ulteriormente intervenuta su segnalazione di condomini di uno stabile del centro cittadino (in viale Italia nei pressi della Chiesa di S. Ciro) poiché il soggetto si esibiva con mosse di karate a scopo dimostrativo anche con l’ausilio di un bastone, destando allarme e preoccupazione nei residenti.

Spesso era notato in giro a bordo della sua inseparabile bicicletta con la quale compiva numerosi giri e gimkaneper le strade del centro cittadino (lo si notava spesso contromano e pedalare in velocità) attirando l’attenzione dei cittadini per le sue sceneggiate e i proclami.

Il 50enne ha però concluso la sua carriera di ciclista-acrobata in quanto, non appena emessa la sentenza definitiva, è stato è stato fermato dai poliziotti e bloccato per essere accompagnato, con l’ausilio di scorta internazionale, presso l’aeroporto internazionale di Roma, dove ad attenderlo c’era un aereo con destinazione Kiev in Ucraina.

Per cinque anni non potrà tornare sul territorio italiano.

 

 

Ultimi Articoli

Calcio Avellino

Avellino, tutti in bilico e rischio ‘rivoluzione’

18 Ottobre 2021 0

di Dino Manganiello La famiglia D’Agostino ha capito che il capitombolo è una eventualità che non si può non considerare. Ed allora ha cominciato a guardarsi intorno: sondaggi per non farsi trovare impreparati in caso […]

Top News

Ballottaggi, Meloni “Centrodestra sconfitto, ma non è una debacle”

18 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Credo che si debba riconoscere che il centrodestra esce sconfitto, credo che ne siamo tutti consapevoli. Il centrodestra conferma Trieste ma non strappa le altre 5 grandi città”. Lo ha detto la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, in conferenza stampa. “Credo che però a parlare di debacle un pò ce ne […]

[…]

Attualità

Incendio Montefredane: i primi dati Arpac

18 Ottobre 2021 0

Proseguono le verifiche dell’Agenzia ambientale della Campania in seguito all’incendio divampato nella notte tra sabato 16 e domenica 17 ottobre in un deposito di autoarticolati dell’azienda di trasporti Ba.Co. Trans srl situato nella frazione di […]

Top News

Letta “Il voto rilancia il Pd e rafforza il Governo”

18 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Il Pd oggi è rilanciato, vince ovunque queste elezioni”. Lo ha detto il segretario del Pd, Enrico Letta, dalla sede del Nazareno, commentando i risultati dei ballottaggi.“Ho sempre imparato che la cosa più importante è ascoltare gli elettori e gli elettori sono più avanti di noi, perchè si sono saldati e hanno […]

[…]

Attualità

Furbetti all’Asl di Avellino, 27 condanne

18 Ottobre 2021 0

Ventisette condanne e sei assoluzioni nel processo di primo grado nei confronti di 33 dipendenti ed ex dipendenti della Asl di Avellino accusati di assentarsi dal lavoro dopo aver “strisciato” il badge. Il giudice monocratico, […]