Processo baby prostitute: pene ridotte per De Vito e Luciano

Sensibile riduzione delle condanne a carico di Federico De Vito e Mario Luciano, in Corte di Appello a Napoli, rispetto a quelle inflitte in primo grado al gestore del circolo L’Incontro di Avellino e di un cliente dei locali ove avvenivano incontri con baby prostitute.

I giudici di secondo grado hanno condannato il De Vito a 6 anni e 8 mesi di reclusione ed euro 14mila di multa, (da 10 anni e 4 mesi di reclusione inflitti in primo grado) e il Luciano a un anno e 8 mesi (rispetto ai due anni del primo processo)

La vicenda fece scalpore in città dove si scoprì che alcune ragazze, in quel circolo di Via Vasto, da studentesse diventavano  baby prostitute.

L’immondo commercio ruotava attorno ad un circolo ricreativo privato di Avellino molto frequentato soprattutto  da giovani studenti. Gli arresti furono compiuti dai Carabinieri del Reparto Operativo di Avellino al termine di una lunga attività investigativa.

Secondo quanto appurato dai militari il gestore del circolo, Federico De Vito, di Mercogliano, dietro promessa di denaro o di altre utilità aveva indotto alcune delle ragazze, studentesse minorenni frequentatrici del circolo, dopo aver marinato la scuola, ad avere rapporti sessuali con lui e con gli altri due indagati, pure questi ultimi colpiti da ordinanza di custodia cautelare mam in regime di arresti domiciliari.

Le cose andavano così. L’uomo “avvicinava” le ragazze minorenni frequentatrici del circolo, in particolare la mattina dopo aver marinato la scuola. Prospettava loro la possibilità di lavorare, sia presso il circolo che in altre attività, e prometteva alle giovanissime un cospicuo guadagno economico.

Le ragazze, dal canto loro, dovevano dimostrarsi “disponibili alle avance” del datore di lavoro e dei clienti, tra i quali un imprenditore in pensione di Lapio ed un noto professionista di Avellino.

Per quelle prestazioni sessuali le ragazzine potevano percepire da poche decine di euro fino a cifre più importanti, in genere da 10 a 100 euro.

 

Ultimi Articoli

Top News

Covid, 18.938 nuovi casi, su 718 decessi pesa ricalcolo Sicilia

9 Aprile 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Nuovo aumento dei contagiati da convid in Italia. Secondo il bollettino del ministero della Salute i nuovi positivi sono 18.938, in crescita rispetto ai 17.221. Ciò a fronte di 362.973 tamponi processati e che determina un tasso di positività in crescita al 5,2%. I decessi schizzano a 718, ma il numero è […]

[…]

Top News

Coronavirus, Brusaferro “Curve toccano plateau, Rt sotto 1”

9 Aprile 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Le curve danno un quadro dinamico, il contagio ha raggiunto un plateau. Si vede una decrescita lenta. Alcune regioni sono in decrescita, altre in contrario sono in crescita. Per quanto riguarda l’incidenza è scesa a 210 per 100 mila abitanti rispetto ai 232 della settimana precedente. Per quanto riguarda l’Rt è a […]

[…]

Top News

Covid, passano in arancione sei regioni, Sardegna in rosso

9 Aprile 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Il ministro della Salute, Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia, firmerà in giornata nuove ordinanze che andranno in vigore a partire dal 12 aprile. Passano in arancione le Regioni Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte e Toscana. Passa in zona rossa la Regione […]

[…]

Top News

Visco “Economia globale recupera, pesa lentezza vaccini”

9 Aprile 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “L’ultimo meeting dei ministri delle Finanze del G20 è stato interessante. L’economia globale sta iniziando il recupero, anche se la ripresa resta fragile. Ciò è dovuto alla velocità delle vaccinazioni, che è una delle maggiori preoccupazioni emerse durante la riunione”. Così Ignazio Visco, governatore della Banca d’Italia, intervistato da Bloomberg, in merito […]

[…]