Neonato morto al “Landolfi” di Solofra, prosciolti i medici

Neonato morto al “Landolfi” di Solofra, prosciolti per prescrizione del reato il primario Nicola Tesorio e la ginecologa Luigia Straccia, difesi dagli avvocati Alberico Villani e Olindo Paolo Preziosi. I fatti risalgono al novembre del 2008. L’accusa nei confronti dei professionisti del nosocomio della cittadina conciaria era di omicidio colposo. I genitori del neonato, assistiti dagli avvocati Gaetano Aufiero e Stefano Vozzella, si erano poi costituiti parte civile.  

Secondo l’accusa, i medici non avrebbero eseguito il taglio cesareo urgente né il 13 novembre, giorno del ricovero della madre, né nella mattinata successiva, provocando così un’asfissia acuta che aveva portato al decesso del neonato. Alla fine è arrivata la richiesta di archiviazione per prescrizione del reato proposta dal pm Antonella Salvatore. E accolta dal giudice Sonia Matarazzo.

Ultimi Articoli

Attualità

Scuola: il Tar sospende l’ordinanza di De Luca

10 Gennaio 2022 0

Il Tar ha sospeso l’ordinanza con la quale la Regione Campania ha disposto la didattica a distanza fino al 29 gennaio in tutte le scuole dell’infanzia, elementari e medie del territorio per criticità legate alla […]

Attualità

Corriere dell’Irpini­a: in edicola l’Annuario 2021

7 Gennaio 2022 0

Domenica in edicola l’Annuario 2021 del Corriere dell’Irpini­a. Il racconto dei fatti che hanno segnato l’­anno con il commento di studiosi, giornalisti, scritt­ori, le interviste ai protagonisti del mondo della politica, della cul­tura, della società […]