Irpino di 42 anni e la figlia bruciati in auto sotto gli occhi della moglie

Drammatico incidente  lungo l’autostrada Torino-Pinerolo,  prima dell’uscita di Riva di Pinerolo in direzione di Pinerolo, all’altezza del km 24, nel territorio del Comune di Piscina.

Giuseppe Pennacchio, irpino di 42 anni,  e la figlia Nicole di 6 anni, sono deceduti per le conseguenze del tamponamento avvenuto lungo l’autostrada.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, la Mini d’epoca su cui viaggiavano padre e figlia, ha preso fuoco dopo essere stata tamponata mentre stava rientrando sulla corsia di marcia da quella di emergenza.

Poco prima, infatti, Pennacchio si era fermato per verificare qualcosa che non andava allasua auto d’epoca. Poi stava ripartendo quanto è arrivata una Toyota Yaris che ha travolto la Mini, facendo esplodere il serbatoio dell’auto d’epoca che ha immediatamente preso fuoco, bruciando i due occupanti che sono rimasti incastrati tra le lamiere.

Il dolore in paese

Quella piccola famiglia da tempo trasferitasi in Piemonte, la conoscevano tutti a San Sossio Baronia, dove sono cresciuti Consiglia e Giuseppe Pennacchio.

Dolore tra la cittadinanza che si è stretta alla mamma Nicolina Rinaldi.

Nessuno dei germani di Giuseppe vive nel piccolo paesino della Baronia, tutti trasferiti altrove come lo sfortunato irpino che ha trovato la morte in Piemonte.

Le due sorelle vivono a Como, un fratello a Cesenatico e un altro in America.

Bruciati vivi

Giuseppe Pennacchio e la figlioletta sono rimasti intrappolati nella lamiere: non ce l’hanno fatta a scampare alla morte nel rogo che si è sviluppato dopo il tamponamento.

A pochi metri di distanza viaggiava un’altra Mini d’epoca, con a bordo il resto della famiglia: andavano tutti a un raduno di auto storiche.

Anche la Yaris (nella foto) che ha tamponato la Mini si è incendiata, ma l’uomo di 55 anni che era alla guida, è riuscito a mettersi in salvo ed  è ricoverato in gravi condizioni.

Con un’altra vettura, più indietro, seguiva il corteo delle auto d’epoca  Consiglia La Malva, pure lei originaria di San Sossio Baronia, moglie e madre delle vittime, che era con l’altra figlia di appena 4 mesi.

Vista la scena, la donna ha tentato di salvare i congiunti ma le fiamme erano troppo alte. E’ stata portata in ospedale in stato di choc e per le ustioni riportate nel tentativo di aiutare a la sua Nicole dalle lamiere.

 

Ultimi Articoli

Top News

Confedilizia, Spaziani Testa rieletto presidente

21 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Giorgio Spaziani Testa è stato rieletto Presidente della Confedilizia. A confermarlo nella carica, per il triennio 2021-2023, è stato il Consiglio direttivo della Confederazione della proprietà immobiliare, che ha deliberato anche in merito al Comitato di Presidenza, che sarà composto da Pier Luigi Amerio, Achille Lineo Colombo Clerici, Dario dal Verme (Tesoriere) […]

[…]

Top News

Pnrr, Luzi “Massima attenzione contro rischio infiltrazioni”

21 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “I Carabinieri sono patrimonio degli italiani fin dal 1814. Il rapporto sinergico, la vicinanza e la dedizione al servizio sono la massima espressione dell’Arma anche nei momenti di grande difficoltà. Durante i momenti più duri della pandemia e di grande crisi nazionale, quando il sentimento della paura era dominante, le 5.400 stazioni […]

[…]

Top News

“A casa tutti bene”, Muccino “Una sfida la serie per la tv”

21 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Verrà presentato questa sera, nella sezione Eventi Speciali, alle ore 22 in Sala Sinopoli “A casa tutti bene – la serie” di Gabriele Muccino per Sky Orignal, prodotta da Sky e Lotus, in onda a dicembre su Sky e streaming su Now. La serie ritrova gli stessi personaggi del film omonimo interpretati […]

[…]

Top News

Costruzioni, Webuild rientra in Ance

21 Ottobre 2021 0
MILANO (ITALPRESS) – Sfruttare l’occasione del Pnrr per avviare finalmente un grande piano di infrastrutture necessarie al Paese e di messa in sicurezza dei territori è la sfida che l’industria delle costruzioni italiana vuole vincere. Con questo spirito Webuild annuncia l’adesione all’Associazione nazionale costruttori edili. “Per realizzare questi obiettivi è necessario rafforzare e sostenere l’intero […]

[…]