Incendio Avellino, tra allarme Asl e normalità Arpac: la gente è frastornata

E allora, com’è la situazione per gli abitanti di Avellino e degli altri 19 comuni interessati dalle conseguenze dell’incendio alla fabbrica ICS di Pianodardine?

La concentrazione di diossine e furani risulta essere molto bassa anche rispetto ad altri incendi in Campania: così dice l’Arpac, che ha reso noto finalmente i dati del primo campionamento, tre giorni  dopo l’incendio di Pianodardine allenuto alle 13,30 dello scorso venerdì.

L’Arpac ha reso noto anche una tabella fitta di dati che solo menti allenate ed esperti delsettore possono interpretare e decifrase.

Interrogativi inquietanti

La gente vuole semplicemente sapere: com’è l’aria che respiriamo? C’è rischio per la popolazione, per gli umani e gli animali, peri prodotti della terra che vengono coltivati nelle zone interssate.

Quanto ai dati dell’Arpac, prossimamente vi forniremo uno studio nostro, fatto attraverso i dati pubblicati negli scorsi mesi e che non convincono granchè.

Ma quello è un discorso diverso. Ne riparleremo.

Al momento interessa sapere come stannole cose, per davvero. Senza tante chiacchiere, senza giri di parole, interpretazioni varie che somigliano ai dati elettorali, quando tutti i partiti vincono e nessuno mai perde, dipende da come si leggono i numeri e come vengono spiegati.

La nota ufficiale

L’Arpac ha ufficialmente spiegato: “Sono disponibili i primi risultati sulle concentrazioni di diossine riscontrate in aria in seguito all’incendio verificatosi lo scorso 13 settembre nella sede dell’azienda I.C.S. S.pA situata nella zona industriale di Avellino in località Pianodardine.

Il comunicato prosegue con spiegazioni tecniche simili al politichese ma, in realtà, viene detto che c’è poco da preoccuparsi. Si attende comunque l’esito di un secondo campionamento  “inerente la determinazione di diossine e furani (PCDD-PCDF) in aria campionata nelle ore immediatamente precedenti allo spegnimento definitivo dell’incendio,  campionamento eseguito tramite una pompa ad alto flusso collocata nei pressi della città ospedaliera di Avellino”.

“Atteso che la fonte primaria di diossine (incendio) è stata estinta  già nella serata deIlo stesso  giorno dell’incidente, 13 settembre, i  risultati relativi al  secondo campionamento costituiranno un dato più significativo ed organico per valutare la portata del valore di diossine nell’aria ambiente. I rapporti di prova relativi al successivo campionamento verranno probabilmente pubblicati nella giornata di domani”.

I divieti dell’Asl

Secondo quanto comunicato dall’Asl di Avellino, invece, c’è da preoccuparsi eccome.

Due giorni dopo l’incendio, l’Asl s’è finalmente preoccupata di emanare una nota ufficiale (LEGGI QUI) facendo divieto della raccolta e il consumo di frutta, verdura e ortaggi.

Con tale comunicazion, c’è il divieto di utilizzo di acque attinte da pozzi per uso irriguo e di alimentazione zootecnica e di pascolamento sull’intero territorio comunale.

E ancora, vige il divieto di utilizzo di latte e uova prodotti nelle aziende zootecniche ed avicole, anche se di autoconsumo.
I comuni interessati ed indicati dall’analisi del rischio e dalla cartografia elaborate da ORSA sono i seguenti: Avellino, Atripalda, Aiello del Sabato, Contrada, Grottolella, Manocalzati, Montefredane, Montoro, San Potito Ultra.

Come comportarsi?

E allora? L’aria è buona e i terreni sono inquinati. Questo viene fuori mettendo a confronto le spiegazioni tecniche e scientifiche, le circolari e le raccomandazioni.

Intanto gli agricoltori dei comuni interessati rischiano danni incalcolabili. Occorre fare presto e spiegare bene come stanno le cose, dare informazioni precise.

Riuscianno gli enti preposti a fornire qualche valido chiarimento?

Ultimi Articoli

Top News

Tarantino “Il cinema non è morto, la gente vuole normalità”

19 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Sono cresciuto leggendo libri basati sui film. Ne ho riletti alcuni e ho pensato: perchè non farlo con un mio film?. C’era una volta Hollywood è piaciuto tanto e avevo tanto materiale anche non montato. E’ vero che è una specie di espansione di un mio film ma è anche un romanzo […]

[…]

Top News

Covid, 2.697 nuovi casi e 70 decessi

19 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – I nuovi positivi al coronavirus, secondo i dati del ministero della Salute, sono 2.697 in crescita rispetto ai 1.597 di ieri. Il numero dei decessi sale dai 44 di ieri ai 70 di oggi. I tamponi processati sono 662 mila, con un tasso di positività che scende allo 0,40%. Lieve calo dei […]

[…]

Attualità in Irpinia

Giornalismo in lutto: è morto Gianni Raviele

19 Ottobre 2021 0

Morto all’età di 89 anni Gianni Raviele, storico giornalista ed esperto di cultura campano. Nato a San Martino Valle Caudina, in provincia di Avellino, era stato tra i padri fondatori del Telegiornale delle 13.30 sulla […]

Top News

Achille Lauro, esce il nuovo brano “Io e te”

19 Ottobre 2021 0
MILANO (ITALPRESS) – “Io e te”, scritto e interpretato da Achille Lauro, esce venerdì 22 ottobre su tutte le piattaforme digitali e in radio. Il brano accompagna il lancio di Anni da Cane, un film di Fabio Mollo, prodotto da Notorious Pictures, disponibile dal 22 ottobre in esclusiva su Amazon Prime Video, che vede Achille […]

[…]

Top News

Senatrice entra senza green pass, lavori in Commissione sospesi

19 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Lavori sospesi alla commissione Affari Costituzionali di Palazzo Madama. La senatrice di Alternativa C’è, Bianca Laura Granato, è entrata rifiutando di mostrare il proprio green pass e si è recata nella sala dove si riunisce la commissione. Il presidente della Commissione Dario Parrini ha quindi sospeso i lavori.Ieri la senatrice aveva annunciato […]

[…]

Avellino

Avellino, colpi d’arma da fuoco a Quattrograna

19 Ottobre 2021 0

Colpi d’arma da fuoco avvertiti in Contrada Quattrograna Ovest, nei pressi del ponte di via Acciani, sotto l’abitazione di un pregiudicato. Sull’episodio, che si sarebbe registrato dopo le 13.00, indaga la polizia. Non si registrano […]