Incendi boschivi e roghi agricoli in Irpinia: denunciate 8 persone

Altre otto persone sono state deferite all’Autorità Giudiziaria perché ritenute responsabili di immissione nell’aria di fumi pericolosi nonché combustione illecita di rifiuti.

Salgono quindi a 43 i denunciati per tale tipologia di reato dai Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino nell’attuale periodo di grave stato di rischio.

Gli otto, nonostante il divieto decretato con provvedimento Regionale, intenzionalmente avevano appiccato il fuoco per lo smaltimento di sterpaglie e residui vegetali derivanti dalla lavorazione di fondi agricoli ubicati nel territorio dei comuni di Mercogliano, Ospedaletto d’Alpinolo e nel Serinese.

 

Ultimi Articoli

Top News

Ad aprile l’inflazione accelera

17 Maggio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Ad aprile l’Istat stima che l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, registri un aumento dello 0,4% su base mensile e dell’1,1% su base annua (da +0,8% di marzo), confermando la stima preliminare. L’accelerazione su base annua dell’inflazione si deve essenzialmente ai prezzi dei Beni […]

[…]

Top News

Omofobia, Mattarella “La violenza spinge verso il fanatismo”

17 Maggio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “La Giornata internazionale contro l’omofobia, la transfobia e la bifobia è l’occasione per ribadire il rifiuto assoluto di ogni forma di discriminazione e di intolleranza e, dunque, per riaffermare la centralità del principio di uguaglianza sancito dalla nostra Costituzione e dalla Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea”. Lo afferma in una nota […]

[…]

Top News

Carfagna “Nessuno farà cadere il Governo, le riforme sono necessarie”

17 Maggio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Le riforme sono “indispensabili” e gli scontri nella maggioranza non metteranno a rischio la tenuta del governo, perchè nessuno avrà “il coraggio” di fare cadere Mario Draghi. Lo afferma Mara Carfagna, ministra per il Sud e la Coesione territoriale, in un’intervista al Corriere della Sera.“Senza riforme il Recovery plan semplicemente non esisterebbe: […]

[…]