Scritta choc di fronte all’Asl: minacce di morte per la manager Morgante

“Morte alla Morgante”. Scritta choc sul palazzo di fronte l’Asl di Avellino. L’allarme è scattato questa mattina. A chiedere l’intervento dei carabinieri è stato il titolare di un centro di consulenza per concorsi la cui sede è proprio al piano terra del palazzo. Bravata o pesante intimidazione. Toccherà ai militari dell’Arma ricostruire e fare luce, ma di certo l’episodio è grave. Maria Morgante è da un anno e mezzo direttore generale dell’Asl di Avellino. I carabinieri hanno raccolto testimonianze tra i residenti ed hanno sentito la manager che stamane era regolarmente negli uffici della direzione generale alle prese con la questione degli assistiti del centro Aias. L’episodio arriva in un momento di grande tensione. Dopo la questione dei tagli agli ospedali e ai servizi territoriali, in atto un nuovo scontro tra l’Asl e gli amministratori locali e prima ancora tra la Morgante e le associazioni dei consumatori e dei pazienti che riguarda il progetto di delocalizzazione presso l’ex ospedale Maffucci sia del distretto sanitario che del dipartimento di prevenzione. La scritta è stato successivamente rimossa. A quanto sembra gli autori avrebbero le ore contate, i carabinieri sono sulle loro tracce.

Ultimi Articoli

Top News

Aeroporti, nel 2020 passeggeri in calo del 72,5%

20 Aprile 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Sono stati 52.759.724 i passeggeri transitati negli aeroporti italiani nel 2020, tra traffico nazionale e internazionale, con un decremento rispetto al 2019 del -72,5%. Il traffico nazionale, con i suoi 25 milioni di passeggeri ha registrato una diminuzione più moderata, -61,1%, rispetto al traffico internazionale, -78,3%, con un totale di circa 27.700.000 […]

[…]

Top News

A rischio usura 40 mila imprese, il Sud l’area più esposta

20 Aprile 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Gli effetti del Covid sono stati “devastanti per il mondo delle imprese. In assenza di adeguati sostegni e di un preciso piano di riaperture, rischiano la definitiva chiusura 300mila imprese del commercio non alimentare e dei servizi, di cui circa 240mila esclusivamente a causa della pandemia. Le difficoltà economiche per le imprese […]

[…]

Top News

Centri commerciali “Consentire le riaperture nei weekend”

20 Aprile 2021 0
MILANO (ITALPRESS) – “Permettere a tutti i punti vendita presenti in centri, parchi e gallerie commerciali di riprendere la completa attività, ripristinando l’apertura anche nei fine settimana, nel rispetto dei protocolli di sicurezza”. Questa la richiesta unanime delle associazioni del commercio, ANCC-Coop, ANCD-Conad, Confcommercio, Confimprese, CNCC-Consiglio Nazionale dei Centri Commerciali e Federdistribuzione posta all’attenzione del […]

[…]